Archivio News

Pubblicato Giovedì, 09 Settembre 2010 21:04 Visite: 5547
Stampa

dex1Trovata cadavere in una abitazione di via Monte Tabor 1, nei pressi della zona leopardiana, l’attrice Rosemarie Dexter, 66 anni, assurta alla fama intorno agli anni ’60 per alcune sue interpretazioni cinematografiche e servizi fotografici su Playboy, per poi lentamente scomparire dalla scena.

La donna sarebbe morta almeno due giorni fa stando ad un primo esame del corpo fatto dai carabinieri di Recanati. Sarà l’autopsia a stabilire le cause esatte del decesso anche se l’ipotesi più plausibile sia quella del malore. La Dexter, che viveva da sola, è stata trovata morta nel suo letto.A854_00

L’allarme è stato dato dalla famiglia Leopardi con la quale intratteneva una lunga amicizia, allertata da una amica della Dexter preoccupata per il suo perdurare silenzio.

La Dexter, senza alcun parente, da tempo gravemente ammalata, era ospite dei Leopardi in un locale nei pressi della Piazzuola Sabato del Villaggio.

Aveva scelto in perfetto anonimato di vivere i suoi ultimi giorni a Recanati ed aveva anche espresso il desiderio di essere cremata.

Rosemarie Dexter, nata a Quetta, in Pakistan, nel 1944, da genitori inglesi, giunge in Italia alla fine degli anni Cinquanta decisa a entrare nel cinema dove debutta nel 1963 con la regia di Ugo Gregoretti in “Omicron”. È stata la protagonista nel film “Giulietta e Romeo” di Riccardo Freda nel 1964 e ha lavorato con Mario Monicelli in “Casanova 70”, con Sergio Leone nel 1965 nel famosissimo film “Per qualche dollaro in più” dove ha interpretato la parte della sorella di Mortimer, con Duccio Tessari in “Per amore...per magia” a fianco di Gianni Morandi e con Luigi Comencini in “Mio Dio, come sono caduta in basso!” La sua bellezza non passa inosservata e posa per Playboy. Poi dalla fine degli anni ’70 non si hanno più sue notizie.

il Crogiolo 470