• Musicultura Savoretti
  • Extra
  • BCC Conto Giovani
  • Banca Macerata
  • Victoria
  • Ti porto orto
  • Magagnini
  • Unipol
  • Il mondo delle fiabe
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9

di Pier Marino Simonetti

MONTEFANO - La settimana scorsa, è avvenuto uno di quegli eventi che non smuovono le opinioni e la 17861829 10208998592181340 6091908045748340475 ncuriosità della gente. Eppure significativo e capace di impegnare la memoria di quei cittadini che credono nella forza della cultura e dello studio, al di Sora di ogni divisione. Infatti, all'Università di Macerata, venerdì della scorsa settimana, ha conseguito la Laurea triennale, presso la Facoltà di Mediazione Linguistica, Amal Dourasse, prima cittadina montefane, di origine extracomunitaria, a conseguire un titolo di studio accademico. Con una tesi in lingua araba dal titolo "Il plurilinguismo in Marocco. Analisi dal punto di vista dei media audiovisivi", con la quale ha avuto il voto di 110/110, Amal rappresenta un importante traguardo, per tutta la comunità montefanese.
Amal, pur essendo nata a Recanati nel 1994, ha i propri genitori di origine marocchina, provenienti dalla città di Casablanca, cittadini di Montefano da moltissimi anni. Possiede il doppio passaporto, italiano/marocchino, e con la sua famiglia (Abdelahad, il padre; Ilham Jawad, la madre, ed il fratello minore, Mohamed) vive da sempre a Montefano. Il padre, arrivato in paese poco più di trent'anni fa, la madre qualche anno dopo, fanno parte della prima schiera di immigrazione dal Marocco nel nostro paese, quando Montefano era meta di un notevole flusso di extracomunitari, per la richiesta di lavoro da parte delle aziende locali. Sia Amal che il fratello più piccolo, sono cresciuti come deve essere, in uno spirito di coetanea amicizia, sentendosi montefanesi, ma senza perdere il legame con la cultura dei genitori e del popolo marocchino. A questo proposito, dice Amal, parlando delle letture che hanno contribuito a formare la sua cultura: <>.
Il suo percorso di studi è stato sempre contrassegnato dall'impegno e dalla volontà di apprendere, fin dai primi approcci scolastici, affrontato con la simpatia e la cordialità del suo carattere solare e nello stesso tempo riservato s un poco timido. Alla licenza media, alla fine dell'obbligo scolastico, quando molti altri suoi connazionali, abbandonando ogni forma scolastica, lei ha scelto il Liceo Linguistico Leopardi di Recanati, (conseguendo il diploma con 110/110), dimostrando fin da allora, tutta la sua volontà di incamminarsi in un percorso d'Istruzione impegnativo, verso l'Università.
Nel suo periodo di studi universitari ha viaggiato e studiato all'estero, partecipando al programma Erasmus, che l'ha portata sei mesi in Francia. Ha frequentato stage di traduzione simultanea in Marocco. Lo studio ed i viaggi con il Liceo e l'Università, le hanno permesso di parlare, oltre alla sua lingua madre, l'italiano, l'arabo classico, l'inglese ed il francese, in conoscenza di livello base della lingua spagnola.
Dice di Amal, riguardo al suo percorso di studi Universitari: <>.
Oggi la soddisfazione della famiglia di Amal, famiglia normale di operai, è la soddisfazione di tutta una generazione di montefanesi di fatto, che non sono nati in paese, venendo da nazioni più povere, ma che qui vivono integrati ed operosi. Oggi molti dei quali sono cittadini italiani, perché nati in Italia, o perché ne hanno acquista la cittadinanza con piacere. Soltanto in tre, e due sono state donne, di tutti i cittadini immigrati (negli anni, scorsi erano più di 650 persone, ora sono circa sulle 450) si sono avviati verso gli studi universitari. Di Amal stiamo dicendo, mentre gli atri due (un ragazzo ed una ragazza, entrambi marocchini) stanno terminando i corsi in ingegneria, ma hanno perso il legame stretto con il paese, vivendo altrove.
E' importante per tutta la comunità montefanese, il piccolo, grande traguardo di Amal, proprio in questi ultimi anni, nei quali, molti immigrati, sono dovuti partire ancora una volta per un'altra emigrazione in cerca di lavoro. Tra questi, il padre di Amal, il quale senza lavoro in Italia, sta cercando con fatica di avviare un'attività a Tangeri.l

Commenti