• Il mondo delle fiabe
  • Victoria
  • Musicultura Savoretti
  • Unipol
  • Extra
  • Magagnini
  • Banca Macerata
  • Ti porto orto
  • BCC
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9

RECANATI – Nella conferenza stampa in Regione in cui sono state presentate le iniziative per gli 80 anni del CNSL, l’assessore regionale alla cultura, come riferito, Moreno Pieroni ha smentito una notizia di stampa relativa al ritiro del contributo di 300.000 euro al comune di Recanati per sostenere la candidatura a Capitale Italiana della Cultura.Recanati piazza Leopardi torre civica Foto LB 2

Oggi sull’argomento interviene Lara Natalini, segretario UDC

I 300 mila euro destinati a Recanati per la candidatura a capitale della cultura sono salvi. Infatti se viene cancellata la programmazione prevista nel piano triennale i fondi in bilancio restano come aveva richiesto il nostro consigliere Luca Marconi nel corso della discussione in Consiglio Regionale dedicata al tema.

Avevamo già avanzato l’idea che il progetto capitale della cultura andasse avanti e fosse l’occasione per ripensare la nostra città sia per le sue ricchezze artistiche-letterarie sia per la sua capacità creativa e innovativa in campo industriale. Il fatto che la Regione Marche mantenga lo stanziamento è il segnale della validità del nostro progetto e della intensa attività di interlocuzione politica svolta dall’Amministrazione Comunale e dal nostro rappresentante in Regione.

E’ ora di fare le cose seriamente unendo la città su progetti coerenti di sviluppo che riguarderanno l’arredo urbano, la valorizzazione dei musei e palazzi storici, il rifacimento e il consolidamento geologico del Colle dell’infinito.

Per tutte queste cose l’UDC rivendica con orgoglio di non aver prodotto chiacchiere, ma di essere riuscito in concreto, con i suoi alleati di maggioranza in Regione e in Comune a produrre fatti poi tradotti in atti amministrativi e consistenti finanziamenti.

Commenti