• Victoria
  • Benefisio
  • Ircer vende
  • Unipol
  • Ti porto orto
  • Banca Macerata
  • Clinica dentale s.stefano
  • Il mondo delle fiabe
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • Pacha mama
  • BCC Surroga
  • Teatro
  • 1
  • 2
  • 3

LUCCA/RECANATI - “Giacomo VS Giacomo”: la sfida ha avuto inizio. Da questa mattina i team selezionati per Creathon, la maratona di creatività che si svolge nell’ambito di LuBec Lucca Beni Culturali, sono al lavoro al Real Collegio di Lucca ed entro le 9,30 di domani dovranno presentare alla giuria tecnica i loro lavori per Giacomo Puccini e per Giacomo Leopardi. L’hackathon richiede infatti ai partecipanti di realizzare un progetto che promuova, attraverso la tecnologia, Lucca e Recanati. Domani pomeriggio saranno premiati i due team vincitori.Soccio tambellini

Nello specifico, per la città toscana l’obiettivo è la valorizzazione dell’opera del Maestro tramite l’allestimento di una sala multimediale del Puccini Museum. Puccini, come il sindaco di Lucca ha ricordato al momento del taglio del nastro, “ ci ha lasciato un contributo troppo importante ed è bello pensare a come iniziative come queste leghino cultura e creatività. Questa è una sfida davvero avvincente fra due grandi Maestri, entrambi fortemente legati alle rispettive città d’origine. Due città che hanno quindi qualcosa in comune, che hanno un Giacomo in comune”. “Questa è la dimostrazione - ha detto Nico Cerri del Polo Tecnologico Lucchese - che non è vero che con la Cultura non si mangia. Abbiamo qui degli esempi di StartUp della Cultura”.

Soccio CerriPer Recanati la sfida è creare un prodotto o servizio che promuova l’itinerario “leopardiano”, tenendo conto della disponibilità di un servizio navetta, il cui itinerario, per l’appunto, è ancora da definire. “Recanati ha la fortuna di essere ricca di luoghi fisici da scoprire”, ha spiegato l’Assessore alla Cultura Rita Soccio. “Pensate alla Piazzuola del Sabato del Villaggio, alla casa natale del poeta oppure alla casa di Silvia. È una fortuna immensa ed è per questo che la città investe tantissimo in Cultura”. Nel 2018, poi, dovrebbe aprire al pubblico l’orto delle Monache, cuore del “Colle dell’Infinito”, il cui recupero ambientale è stato affidato al FAI, con la direzione dei lavori al famoso architetto paesaggista Paolo Pejrone.

“La riscoperta di Recanati, sia da parte dei cittadini che dei turisti, è attribuibile a due eventi. Il primo è stato l’uscita del film Il giovane favoloso diretto da Mario Martone ed interpretato da Elio Germano. Una pellicola che ha avuto un successo inaspettato, che ha usufruito dei bonus del Ministero e che oggi è in attivo. Questa è la Cultura che produce reddito. Poi c’è stata la candidatura a Capitale della Cultura che ci ha portato ad aderire alla Rete della Città della Cultura. Una sfida bellissima, in cui la vittoria è stata sfiorata, lasciando dei grandi vantaggi: un programma culturale strutturale che ancora oggi è in atto e che, devo dire, mi ha dato forza come Assessore alla Cultura perché mi ha aperto molte porte, anche con la stessa Amministrazione comunale. È stata una sfida che ha generato partecipazione, dei cittadini e delle imprese (come Clementoni, ndr). Abbiamo deciso di puntare quindi sul genius loci, perché dobbiamo comprendere che l’unicità è ciò che rende l’Italia così forte. Senza unicità non avremmo avuto, per esempio, il Rinascimento”.

Quanto a Creathon, ha proseguito la Soccio, “l’idea mi è piaciuta da subito. Avendo una formazione da grafica, posso dire che il concept per me ha subito funzionato”.

Commenti