• Benefisio
  • Ti porto orto
  • Gigli
  • Banca Macerata
  • Il mondo delle fiabe
  • Unipol
  • Clinica dentale s.stefano
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • Teatro
  • Pacha mama
  • BCC Surroga
  • Stacchiotti
  • Gospel
  • Future consulting
  • CPL
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

PORTO RECANATI – Attivo già dal mese di Settembre 2017 il “Tavolo di lavoro delle Politiche Giovanili” costituito e fortemente voluto dal consigliere con Delega alle Politiche Giovanili, Emiliano Giorgetti, in collaborazione con le agenzie educative e le realtà associative della città che si occupano prevalentemente dell’attività rivolta ai ragazzi e ragazze Portorecanatesi. GIOVPORTO

Obiettivo dei primi incontri è stato quello di formare un “Gruppo di Coordinamento” che abbia il ruolo di supervisione e supporto tecnico qualificato all’attività svolta dal Consigliere Giorgetti per le progettazione delle Politiche Giovanili della città.

La supervisione consentirà di applicare a tutte le fasi della progettazione e, in seguito, nella gestione, competenza e strumenti professionali adatti alla delicatissima categoria su cui impatterà, appunto i giovani.

Hanno dato l’adesione al “Gruppo di Coordinamento” e si sono finora incontrati: La Dott.ssa Erica Bambozzi referente dell’Informagiovani, la Dott.ssa Erika Belelli referente del Centro di Aggregazione Giovanile Comunale “Frog”, entrambi gestiti da “Il Faro” insieme a l’Albero Magico e la Ludoteca dell’Hotel House, Dott. Paolo Nanni referente per il Dipartimento Dipendenze Patologiche Area Vasta 3 con il progetto Stammibene, Michele Salvatori presidente dell’Associazione Ubo Teatro, Dott.ssa Ludovica Cesari referente dell’Associazione Sa.So, Dott.re Raffaele Pepi referente della Porto Recanati Super Band, Dott.ssa Valentina Gatti referente della Cooperativa sociale Pars e Don Luca Beccacece coordinatore delle parrocchie e degli oratori di Porto Recanati.

Fondamentale inoltre il canale attivo e costante tra il consigliere, il gruppo e la dirigenza dell’I.C. “E.Medi” di Porto Recanati.

“E’ davvero bello vedere queste ottime realtà tutte sedute attorno al tavolo per collaborare, progettare e condividere le proprie idee per il bene dei nostri giovani – dice Giorgetti – è inutile negarlo: a Porto Recanati ci sono purtroppo sacche di disagio giovanile e noi vogliamo intervenire e mettere in campo una task force ed una progettualità unita ad idee concrete per consentire ai nostri ragazzi di costruire qualcosa di importante”.

Imprescindibile il canale attivo con la scuola e la presenza di Don Luca e delle realtà parrocchiali Portorecanatesi da sempre agenzie educative molto frequentate e dal grande peso specifico in città.

Il tavolo di lavoro, che già si è riunito tre volte, sta mettendo a punto una serie di interviste da effettuare ai giovani portorecanatese nei loro luoghi di ritrovo per ottenere una prima mappatura delle loro abitudini sociali.

L’obiettivo di questo Social Mapping è quello di, procedendo per step progressivi, fare una fotografia dei giovani di Porto Recanatesi, delle loro abitudini, dei luoghi che maggiormente frequentano, delle loro passioni ed hobby per poi capire quali sono le loro richieste, i loro fabbisogni specifici ed andare incontro con adeguate offerte.
Fondamentale sarà inoltre l’utilizzo dei social come mezzo di confronto e comunicazione diretta con i giovani e per questo motivo altro passo fondamentale è stato quello della creazione del profilo Facebook e Instagram “Giovani Porto Recanati” come riferimento ufficiale alle politiche giovanili cittadine che va ad affiancarsi a quello già esistente “Porto Recanati Sport” inerente alle attività sportive del paese.
Per l’occasione si è provveduto ad un restyling grafico di tutti i loghi dei progetti e servizi comunali inerenti all’area delle politiche giovanili di Porto Recanati”.

Commenti