• Ti porto orto
  • Musicultura Savoretti
  • Banca Macerata
  • Magagnini
  • Il mondo delle fiabe
  • Victoria
  • BCC
  • Extra
  • Unipol
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9

di Michele Campagnoli, addetto stampa Volley Potentino

Al termine della seconda giornata di ritorno della Pool Salvezza in Serie A2 UnipolSai, la GoldenPlast Potenza Picena ha guadagnato un punto, ma ha perso una posizione in classifica e ora è quinta. Dopo la beffa al tie break di sabato sera nel derby casalingo contro la Videx Grottazzolina e il completamento del turno il giorno successivo, i biancazzurri sono stati scavalcati dalla Aurispa Alessano, che ieri (domenica 19 marzo) ha superato il Pool Libertas Cantù in 4 set. Il tecnico Adriano Di Pinto ha spiegato a chiare lettere che, al di là di qualche ingenuità nelle fasi clou e di un atteggiamento troppo morbido in avvio, non ha nulla da rimproverare ai suoi uomini, che hanno tenuto testa a Raydel Poey e ai suoi compagni fino agi ultimi scampoli del tie break mettendo ripetutamente in difficoltà gli ospiti fino allo show finale dell’opposto cubano, protagonista del match con 44 punti, il secondo miglior risultato di sempre in Serie A dall’avvento del Rally Point System. Mercoledì 22 marzo, alle 20.30, il Volley Potentino scenderà in campo in Puglia, al PalaGrotte, per sfidare la Materdominivolley.it Castellana Grotte, formazione reduce dallo stop a Lauria contro la Basi Grafiche Geosat Lagonegro. Una gara da vincere per rimanere nella parte alta del tabellone.

 Classifica dopo la 2a giornata di ritorno della Pool Salvezza:

Basi Grafiche Geosat Lagonegro 34, Sieco Service Ortona 30, Centrale del Latte McDonald's Brescia 26, Aurispa Alessano 25, GoldenPlast Potenza Picena 24, Pool Libertas Cantù 21, Materdominivolley.it Castellana Grotte 20, Videx Grottazzolina 19, Sol Lucernari Montecchio Maggiore 19, Club Italia Crai Roma 7.

Coach Adriano Di Pinto (nella foto Fabrizio Rossi):Time out Adriano Di Pinto

“Dopo un primo set in cui il servizio di Grottazzolina ci ha messo in difficoltà siamo riusciti a trovare la concentrazione necessaria per contrastare gli avversari con due grandi parziali. Poi, nel finale del quarto set, abbiamo sprecato i palloni decisivi con cui potevamo chiudere il match e immagazzinare il bottino pieno. Anche nel quinto set abbiamo avuto sotto controllo la situazione fino alla sfuriata finale di Poey. Ci mancano ancora delle qualità tecniche, ma non ho nulla da rimproverare ai ragazzi che si sono battuti con impegno e cuore per oltre 2 ore rimanendo sempre nel match. C’è rammarico per l’occasione sfumata, ma anche la consapevolezza che abbiamo raccolto punti in tutte le gare della Pool. Il grande studio tattico e i sacrifici di Casulli e Zonca, protagonisti di un super lavoro, così come la crescita di Bellini e Cristofaletti ci permettono di impegnare qualsiasi rivale. Visentin sa sempre come mettere in condizione di giocare i propri compagni, anche quando arrivano palloni complicati. Argenta in attacco e i centrali a muro sono stati bravi, così come chi è entrato in corsa. Dobbiamo ancora imparare a controllare le partite. Ora è importante concentrarsi sul nostro gioco e non sugli avversari. Voglio ringraziare i tifosi. E’ stato bellissimo lo spettacolo offerto sugli spalti da Passione Biancazzurra e dai Predators della Lube”.

Commenti