• Clinica dentale s.stefano
  • Unipol
  • Banca Macerata
  • Benefisio
  • Il mondo delle fiabe
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • BCC
  • Valverde
  • Stacchiotti
  • Pacha mama
  • CPL
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

ANCONA -L’Assemblea Legislativa delle Marche ha approvato una Risoluzione che vede come prima firmataria la capogruppo regionale di Fratelli d’Italia, Elena Leonardi, dal titolo: “Cardiochirurgia Pediatrica Ospedali Riuniti. Valorizzare un'eccellenza della Sanità Marchigiana”.

Sono mesi che seguo la vicenda – esordisce la Leonardi – perché a seguito delle diverse visite, ufficiali e non, presso la cardiochirurgia degli Ospedali Riuniti, ho potuto verificare, in qualità di Vicepresidente della Commissione Sanità, l’elevato valore e la qualità del reparto nonché l’umanità ed i servizi correlati a sostegno dei piccoli bimbi e delle loro famiglie.Visita Torrette

Il positivo risultato, con l’approvazione all’unanimità dell’atto sottoscritto da quasi tutte le forze in Consiglio, da un forte segnale perché il Presidente della Giunta Regionale ora deve impegnarsi per promuovere a livello nazionale e internazionale ancora di più questa eccellenza marchigiana. Il documento approvato sancisce come imprescindibile, per il mantenimento dello standard qualitativo e dei livelli raggiunti dal reparto, il mantenimento dell’autonomia organizzativa e soprattutto la specificità della Cardiochirurgia Pediatrica e Congenita dell'Azienda Ospedali Riuniti di Ancona. I dati certificano una vera e propria eccellenza capace di attrarre una mobilità attiva del 45% grazie anche ad un tasso di mortalità passato negli ultimi 12 anni da un 11% ad uno 0,4%.

Indispensabili sono – continua Leonardi – anche quei servizi a corollario del funzionamento del reparto i quali sono in parte venuti meno, come quello della clown terapia, dimezzato nel numero di operatori, quello della musicoterapia ma soprattutto l'indispensabile sostegno psicologico che aveva visto la sostituzione della professionista che vi operava. Il comitato dei Genitori aveva infatti sollecitato un intervento della politica affinchè questi servizi, le cosiddette "coterapie in ospedale" alleate sempre più prezione nei percorsi di cura e fondamentali per i bambini e le loro famiglie, venissero ripristinati. Mi auguro – afferma la capogruppo di Fratelli d’Italia – che si intervenga anche in questo senso molto celermente.
Le resistenze riscontrate di fronte a questo atto, sono state in parte superate, continua Leonardi, questo mi impegna a vigilare al rispetto degli impegni presi. L’atto approvato ha difatti lo scopo di tutelare una vera e propria eccellenza al fine di valorizzarla ulteriormente e consentire che un reparto così importante che salva la vita ai bambini, possa continuare a svolgere il suo prezioso compito nella serenità di chi vi opera e di chi vi viene accolto ed assistito.

Nella foto la Leonardi in visita al reparto col primario dott. Pozzi, il personale e i genitori del Comitato.