• Benefisio
  • BCC conto giovani
  • Il mondo delle fiabe
  • Pallacanestro recanati
  • Unipol
  • Musei Recanati
  • Astea
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • Persiani 2018
  • Banca MC GIF
  • Miccini
  • Banca MC 26 nov
  • Pacha mama
  • Valverde 2018
  • Gigli opera 18-19
  • CPL
  • Stacchiotti
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9

MONTELUPONE – Dai campi di calcio, sia prof che dilettantistici, al carcere di Montacuto. Questo l’epilogo1800cb6e18 12141608 o2 della carriera di Xhulian Rrudho, , un calciatore albanese di 25 anni che ha militato in diverse squadre di in Italia tra cui il Chievo (A), Ancona, Scafati, Sansovino (C/2), Piano San lazzarro (Eccellenza), un passaggio nell'Eccellenza Umbria, e la scorsa stagione in Promozione alla Monteluponese. Attualente senza squadra, si allenava ad Offagna.

Il calciatore era da giorni sotto controllo da parte della Squadra Mobile dorica insieme ad un connazionale, Mimet Zeqiri (senza fissa dimora), ambedue 25enni.

Ieri l’arresto e il rinvenimento di un etto e mezzo di cocaina purissima che se portata sul mercato avrebbe fruttato un numero considerevole di dosi.

La Mobile anconetana teneva sotto osservazione i due da tempo, da quando si erano avuti i primi segnali che fossero coinvolti in giri poco chiari. L’attività di osservazione degli agenti ha portato alla scoperta di un originale nascondiglio: il parco pubblico di Posatora.

Da lì, dove avevano occultato astutamente lo stupefacente, facevano la spola, utilizzando mezzi pubblici, con piazza Ugo Bassi per lo spaccio.

Terminata l’attività di monitoraggio, la polizia ha fatto scattare gli arresti e la perquisizione domiciliare nella casa di Rrudho che hanno portato alla scoperta di materiali atti alla confezione delle dosi.