• Astea
  • Chagall
  • Il mondo delle fiabe
  • Benefisio
  • Gran Tour Marche
  • Musei Recanati
  • Grappolo oro
  • Unipol
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • Banca MC GIF
  • Stacchiotti
  • Pacha mama
  • Miccini
  • AATO
  • CPL
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

Di Max Sparapani

MONTEFANO - Dicono che il gioco del calcio sia un semplice sport, per questo spesso viene criticato dagli appassionati di altre discipline, a loro dire, scontato e poco chiara1completo.

Una cosa è però certa, questo gioco ha la capacità di muovere intere comunità, crea unione tra persone che altrimenti non si frequenterebbero, instaurando un clima di socialità straordinario, capace di portare ottimismo e speranza per il futuro, in una comunità che negli ultimi mesi ha vissuto eventi avversi.

Siamo a Montefano e l’impresa di cui vi parliamo è quella della locale squadra di calcio, la SSD MONTEFANO calcio, la squadra che indossa la casacca viola, colore prediletto dall’indimenticato Graziano Mancini, meglio noto come “il Toscano”, di chiara appartenenza alla Fiorentina, la viola per eccellenza che grazie alla sua intraprendenza e vivacità nel 1972 fondò la società calcio Montefano scegliendo proprio gli stessi colori sociali.

Il Tosco ci ha lasciato ma la sua simpatia ed il suo carattere tipico delle genti toscane è ancora vivo e rimarrà per sempre impresso nei montefanesi, pari all’amico ed ex calciatore viola Alberto Mannucci, per tutti Albertò, mancato pochi giorni fa e ricordato con affetto e commozione in occasione della finalissima di Chiaravalle, in campo con un minuto di silenzio e sugli spalti con cori e striscioni. Questa vittoria ci tengono a sottolineare i supporters viola del Montefano è anche loro !!

Alla fine del campionato di promozione, la classifica diceva quarto posto per la compagine guidata da mister Roberto Lattanzi, ma nella fase dei playoff, dove conta solo la vittoria, è stata una macchina perfetta, composta da 11 gladiatori in campo, capace di vincere su campi notoriamente difficili come quello di Colli del Tronto contro l’Atletico azzurra colli e persino capace di sbancare lo Scarfiotti di Potenza Picena, con la squadra locale che partiva favorita e che addirittura poteva accontentarsi del risultato di parità.chiara0

Il Presidente Stefano Bonacci è tra quelli che ha sempre creduto nell’impresa e per questo amatissimo da tutto l’ambiente, apice di una società solida che ha costruito attentamente e diligentemente il proprio successo, anche attraverso un settore giovanile che inizia ad essere fondamentale per una realtà come Montefano.

La cenerentola del prossimo campionato di Eccellenza, inizia ad essere un modello per molte altre società che fino a pochi anni fa sembravano irraggiungibili, conferma dell’ottimo lavoro svolto da tutti.

Per comprendere la straordinarietà di questo successo sportivo, basta dire che a Potenza Picena c’erano oltre 300 supporters provenienti da Montefano e sabato a Chiaravalle oltre 500, in un paese che conta 3500 abitanti è veramente un’esodo che rimarrà nella storia.

chiara3Ogni trasferta è stata una festa, come dovrebbe essere sempre, nel rispetto delle regole e della legalità, vedere famiglie intere che seguono la squadra anche a molti chilometri di distanza, è un vanto per tutti i montefanesi e la società per agevolare l’esodo viola di sabato a Chiaravalle, ha persino messo a disposizione un pullman da 80 posti andato esaurito in pochissimi giorni.

Ora è il momento di gustare il sapore della vittoria e che sia di buon auspicio per il futuro di tutta la comunità, ripartire dalle cose belle, già perché per chi ancora non avesse realizzato a pieno, va sottolineata l’eccezionalità di questo successo sportivo, mai raggiunto dalla società, inaspettato ma comunque meritatissimo e per questo ancora più straordinario; nella prossima stagione ci saranno squadre come il Tolentino ed il Porto Sant’Elpidio, realtà abituate a queste categorie, paesi dieci volte più grandi del nostro, società blasonate che potranno solamente arricchire e far crescere ancora di più l’ambiente viola, pronto per la nuova esperienza, consapevole che ci saranno ancora più difficoltà ma anche che restando tutti uniti sarà sicuramente più facile e stimolante.

Una cosa è certa, il sostegno dei tifosi non mancherà e poi chissà che il sogno non sia solo all’inizio, d’altronde sognare è lecito e non costa nulla.

monte2monte5

monte3monte6

monte7monte1

monte8