• BCC conto giovani
  • Musei Recanati
  • Benefisio
  • Astea
  • Pallacanestro recanati
  • Il mondo delle fiabe
  • Unipol
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • CPL
  • Banca MC GIF
  • Pacha mama
  • Banca MC 26 nov
  • Valverde 2018
  • Stacchiotti
  • Persiani 2018
  • Miccini
  • Gigli opera 18-19
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9

di Rolando Pecora, sindaco Montelupone

MONTELUPONE - Al nostro insediamento, nel 2014, dovemmo sorbirci per mesi gli sproloqui su strade e buche, come se quelle buche le avessimo fatte noi e non fossero invece il risultato di anni di trascuratezza (altro esempio: il cimitero). Sui social assistemmo a una litania quotidiana di foto inviate da nostri antipatizzanti e ex amministratori distratti: le buche certamente le avevamo fatte noi.

Oggi, dopo aver messo a posto i conti del passato, stiamo mettendo le mani sulle strade.

Sono in corso i lavori di asfaltatura di diversi chilometri di strade comunali. Dopo “Case bruciate” sta per essere terminata strada Cervare. Terminate invece Monte Mariano, Molino e via De Gasperi. Imminenti i lavori in traversa Girotti e in altri tratti. A breve inizierà l’asfaltatura di fonte Rosa con la collaborazione dei residenti consorziati.Pecora Rolando

In partenza l’ampliamento con riasfaltatura di contrada Peschiera dove si interverrà anche sull’incrocio con strada Potentina migliorandolo e rendendolo più sicuro.
Un totale di diversi chilometri! In passato, interventi del genere (per chilometri e qualità degli interventi) furono fatti solo durante la precedente amministrazione Pecora (95-99).

Sta per essere pubblicato il bando per il 2° lotto di fognature centro storico (quello che serve perché le fogne siano fatte bene finalmente) con ripavimentazione stradale e con riqualificazione delle aree limitrofe.

In corso i lavori sul fiume Potenza in prossimità del ponte di San Firmano. Non li paga il Comune: allora che c’entra?

C’entra, c’entra! Il fiume Potenza in diversi anni di “piena” ha eroso l’argine verso Montelupone, sottraendo terreno al nostro territorio e alle proprietà dei privati. Il problema si trascina da anni senza un serio impegno del Genio Civile. Per questo c’entra il Comune: siamo riusciti a ottenere l’intervento prima del prossimo inverno e delle possibili nuove “piene”.

E’ partita la procedura per la revisione del Piano Regolatore Generale.

C’è poi una serie di opere di cui però parleremo in seguito.