• BCC borse di studio 2022
  • Musei Recanati
  • MyRecanati
  • 1
  • 2
  • 3
  • BCC 07 2022
  • avis
  • Astea
  • 1
  • 2
  • 3

MONTECASSIANO - Il Comune di Montecassiano ha espresso parere favorevole all’ingresso nella rete dei “Comuni amici delle api”.

La delibera è stata approvata all’unanimità martedì scorso trovando piena condivisione nella maggioranza e nella minoranza.

Nelle Marche, dunque, Montecassiano sarà il secondo comune (dopo Montelupone) ad aderire all’iniziativa nata nell’ambito della campagna di sensibilizzazione denominata CooBEEration Campaign. Lo scopo è quello di promuovere la partecipazione attiva degli Enti alla tutela dell’ambiente e alla riqualificazione dei territori attraverso la protezione delle api e la valorizzazione dell’apicoltura.LOGO CAA mark 0

Nello specifico con l’adesione all’iniziativa “Comuni amici delle api” il Comune di Montecassiano si impegnerà, tra le altre cose, a sostenere nella propria comunità locale lo sviluppo delle attività apistiche in maniera diffusa sul territorio, come opportunità di reddito e inclusione sociale; includere e incrementare nella pianificazione del verde pubblico la coltivazione di specie vegetali gradite alle api; ridurre progressivamente, fino ad eliminarlo, l’uso di erbicidi nella manutenzione dei cigli stradali e negli spazi verdi pubblici e intraprendere un’azione di lotta alle zanzare concentrandosi sulla prevenzione e privilegiando interventi larvicidi basati sull’uso di prodotti biologici.

Su questo ultimo punto l’assessore all’Ambiente Barbara Vecchi ha anticipato che «già dal prossimo anno abbiamo intenzione di passare da una disinfestazione adulticida ad una ovicida. A tal fine stiamo partecipando da due anni ad un progetto del Centro Regionale Sorveglianza Entomologica delle Malattie da Vettore (IZSUM) e stiamo monitorando diversi punti del nostro Comune e delle frazioni con lo scopo di individuare i luoghi con maggiore concentrazione di uova di zanzare ed agire poi su di essi con l'obiettivo migliorare la salvaguardia dell'ecosistema».

Con l’ingresso nella rete, poi, il Comune si farà promotore di una riflessione e un dibattito sia all’interno del consiglio comunale sia nella comunità locale coinvolgendo i cittadini e i principali portatori di interesse, sull’utilizzo degli agro farmaci in agricoltura e sul loro impatto sull’ambiente e sulla salute, e su possibili strategie di valorizzazione e salvaguardia del territorio che passino attraverso il recupero e l’adozione di buone pratiche agricole incentrate sulla sostenibilità.Barbara Vecchi

L’impegno sarà anche quello di far rispettare le norme che vietano di eseguire qualsiasi trattamento con fitofarmaci ed erbicidi alle piante legnose ed erbacee di interesse agrario, ornamentali e spontanee, che possa essere dannoso alle api dall’inizio della fioritura, poiché ha affermato l’assessore Vecchi, «le api recano importanti benefici e servizi ecologici per la società. Con l’impollinazione svolgono una funzione strategica per la conservazione della flora, contribuendo al miglioramento ed al mantenimento della biodiversità. Una diminuzione delle api può quindi rappresentare una importante minaccia per gli ecosistemi naturali in cui esse vivono quindi metteremo il nostro impegno per quanto di nostra competenza».