• MyRecanati
  • Unipol
  • Arena gigli
  • Musei Recanati
  • BCC 2021
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • Astea 2020
  • Avis
  • Astea
  • Menghini
  • GOF
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

PORTO RECANATI – Momenti di alta tensione verso le 22.30 quando i residenti dell’Hotel House si sono accorti della presenza di un uomo fuori di un balcone che suicida0minacciava di suicidarsi lanciandosi dal 12° piano, sul piazzale laterale, quello dell’area Garden adibito a parcheggio interno.

Mentre i presenti da basso cercavano di dissuaderlo dal gesto venivano allertati VVF (APS e autoscala), carabinieri con due equipaggi e 118.

Anche l'Imam insieme a dei congiunti ha tentato di farlo rientrare.

Un intervento congiunto dei VVF e di un carabiniere, che conosceva il soggetto, e che ha instaurato con lui una lunga conversazione di oltre un’ora, è valso al suo arpionamento dalla balaustra da cui si sporgeva quando meno se lo aspettava e a trarlo fuori pericolo.

Protagonista dell’episodio un 35enne originario del Marocco, un importante titolo di studio nel suo paese, meccanico specializzato Volkswagen. Nessun problema con la giustizia, perfettamente integrato.

Forse la mancanza di lavoro o qualche altra delusione all’origine del tentativo su cui i carabinieri indagheranno.

Partendo dal perché durante la permanenza sulla balaustra con una mano tenesse in mano il telefonino.

Una volta messo in sicurezza, il giovane si è calmato ed è stato trasferito in ospedale.

Durante il trasferimento ha voluto sempre vicino il carabiniere che lo aveva salvato.

aggiornato alle 00.45

suicida01