• Benefisio
  • Unipol
  • Il mondo delle fiabe
  • Musei Recanati
  • Pallacanestro recanati
  • BCC conto giovani
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • Banca MC GIF
  • Infinito
  • CPL
  • Gran tour
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

PORTO RECANATI – La decisione era stata presa già giorni fa ed anticipata con una nota del sindaco in cui si prendeva atto del “grande affetto” manifestato dai cittadini per il Kursaal (nella foto in una immagine d'epoca) e le perplessità manifestate dalla popolazione sull’operazione.

Erano poi insorte tutte le forze politiche, unanime nel convocare una manifestazione che si sarebbe dovuta tenere giovedì prossimo, ma che ora, ovviamente non si terrà pià-

Che l’amministrazione rinunci diventa ora anche una atto ufficiale con una delibera di giunta in cui si ricostruisce la vicenda. epocaKursaal

“In data 27 giugno 2018 –si legge nella delibera- è pervenuta al Comune una dichiarazione generica di interesse ad eventuali interventi di riqualificazione e restauro dell’edificio “Kursaal” in Piazza Brancondi, da parte del sig. Samuel Ascani di Castelfidardo. In data 25.03.2019 prot. n.8807 il medesimo sig. Ascani, a nome della stessa Società Gestioni Commerciali Srl confermava la volontà di intervenire, con le forme giuridiche consentite dall’attuale normativa (art.183 Dlgs 50/2016 – “Codice degli appalti”) per l’obiettivo della riqualificazione del Kursaal”.

“A seguito della predetta comunicazione – si legge ancora- l’Amministrazione Comunale inviava, in data 28.04.2019 alla Società Gestioni Commerciali Srl la richiesta di produrre la
seguente documentazione al fine di acquisire più specifici elementi di valutazione tecnica e finanziaria dell’intervento in questione: Progetto di fattibilità; - Piano economico ;finanziario; caratteristiche del servizio offerto all'Ente; Asseverazione. In data 31.05.2019 la Società rispondeva inviando la documentazione richiesta”.

“L’Amministrazione Comunale –prosegie l’atto- , prima di avviare le procedure per l’esame e l’approfondimento tecnico, nel dettaglio, della proposta di Project Financing ha deciso di convocare una Assemblea pubblica per consultare i cittadini, le Associazioni e i soggetti politici di Porto Recanati su tale intervento e sulle modalità relative. L’Assemblea si è tenuta in data 19.06.2019. La riqualificazione del Kursaal oltre che nel programma elettorale di Insieme alla Gente è stato previsto come intervento pubblico-privato nel bilancio di previsione e nel piano delle alienazioni fin dal 2017 con la finalità di avere finalmente una sala che consentisse anche stagioni teatrali invernali ed uno spazio adeguato a conferenze, convegni, manifestazioni culturali oltre che una galleria commerciale che ne consentisse, anche sotto il profilo funzionale, la vita tutto l’anno in un luogo centrale per la nostra città”.

“Non sono stati adottati provvedimenti conseguenti a tali obiettivi fino alla fine del 2018 perchè l’immobile era gravato da concessione a privato per la gestione della sala cinematografica –scrive la giunta-. Nel corso dell’assemblea e nei giorni successivi sono stati ascoltati pareri dei cittadini, singoli o in associazioni, che solo in tale occasione erano venuti a conoscenza degli indirizzi programmatori in merito e che hanno espresso il desiderio di mantenere la piena proprietà dell’immobile Kursaal in capo al patrimonio comunale. Considerando che l’esame della proposta da parte dei vari settori coinvolti non è ancora iniziato e che alcuni aspetti del partenariato avrebbero richiesto anche pareri qualificati esterni alla struttura comunale, che i pareri richiesti nel corso dell’assemblea agli astanti – una volta pervenuti - avrebbero avuto bisogno di approfondimenti ritardando quindi l’attuazione dell’intervento che si ritiene invece necessario in tempi brevi”.

“Dopo attento esame –conclude la giunta- l’amministrazione comunale h ritenuto di non poter proseguire nell’esame della proposta per privilegiare la conferma dello status quo dell’immobile; di dover comunicare tale decisione al proponente nonostante la disponibilità di quest’ultimo a migliorare la propria offerta; di incaricare l’Ufficio Tecnico Comunale di esaminare ogni provvedimento necessario a rendere la struttura polivalente fruibile in sicurezza e a redigere un progetto di intervento per ogni parte dell’immobile che necessita di adeguamento; di procedere, non appena in possesso della relazione di cui al punto precedente, a programmare gli interventi necessari e a destinare all’intervento le necessarie risorse secondo le disponibilità finanziarie”.