• Teatro persiani
  • Astea
  • Unipol
  • Il mondo delle fiabe
  • Pallacanestro recanati
  • Musei Recanati
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • Paesaggio
  • CPL
  • Banca MC GIF
  • 1
  • 2
  • 3

Nota di Luca Davide, presidente Comitato per la Sicurezza dell’Hotel House

PORTO RECANATI – Il Comitato prende le distanze da quanto circolato in questi giorni sia sui social che sulla stampa in merito ad un ipotetico gruppo, che invece ci risulta facente riferimento solo ad una persona, intenzionato ad imbrattare una parte del condominio.

L’Hotel House non è un centro sociale ed all’interno del nostro stabile non abbiamo alcuna intenzione di far entrare rappresentanti del genere.

Il condominio in tema di riqualificazione è ben seguito dalla Prefettura di Macerata nella persona della dott.ssa Iolanda Rolli che tanto sta facendo per far si che il Progetto Fami sia portato avanti nel migliore dei modi e con risultati concreti per i residenti del palazzone.IMG 20190819 WA0000

L’Hotel House non ha bisogno di cellule solitarie che decidono arbitrariamente cosa fare e cosa non fare.

La linea decisa dai vari referenti delle etnie è quella istituzionale: all’Hotel House si fa ciò che è concesso dai rappresentanti dello Stato.

E’ con loro che il nostro Comitato ha costantemente contatti e scambi di opinioni.

Il Prefetto in persona monitorizza con estrema capillarità ciò che accade giornalmente all’interno dell’Hotel House.

Portare avanti un progetto del genere non significa riqualificare la struttura: per fare ciò serve ben altro e lo sanno tutti.

Non abbiamo alcuna intenzione di farci strumentalizzare da chi non sa nulla della vita del condominio e potrebbe essere soltanto un pericolo.

Il nostro è un dissenso pubblico e formale all’iniziativa.

No a murales e centri sociali all’Hotel House, si a legalità ed istituzioni.