• Astea
  • Teatro persiani
  • Pallacanestro recanati
  • Il mondo delle fiabe
  • Musei Recanati
  • Unipol
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • BCC
  • Menghini
  • Astea 2020
  • 1
  • 2
  • 3

PORTO RECANATI -  Mantenere il modello “classe mista” su Porto Recanati per garantire a tutti gli studenti il diritto allo studio.

E’ la richiesta che il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e l’assessore all’Istruzione Loretta Bravi hanno inviato ieri, tramite lettera, al Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina e al direttore generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione Maria Assunta Palermo.

“La Regione Marche – scrivono il presidente Ceriscioli e l’assessore Bravi – dopo aver incontrato più volte la comunità di Porto Recanati, vista la presenza del modello classi miste della scuola mistoprimaria sia a livello regionale che nazionale e vista l’esperienza positiva della scuola primaria Gramsci-Matteotti di Porto Recanati, che opera nella lotta alla dispersione scolastica e all’inclusione degli alunni stranieri attraverso una peculiare offerta formativa, chiede con forza che venga mantenuto il modello classe mista (nella medesima classe alunni che frequentano il tempo normale e alunni invece del tempo pieno) su Porto Recanati, un’area ad alto tasso migratorio, nota alle cronache nazionali per le numerose criticità. Riteniamo che il modello di flessibilità già attuato da tempo sia assai funzionante e apprezzato dall’utenza, dal corpo docenti e dall’intero territorio , come opportunità capace di garantire a tutti gli studenti il diritto allo studio, pari successo formativo rafforzando la scuola come fulcro volto a favorire l’inclusione e l’integrazione”.