• Musei Recanati
  • Pallacanestro recanati
  • Il mondo delle fiabe
  • Astea
  • Unipol
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • Astea 2020
  • Sottosopra
  • Menghini
  • BCC
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

PORTO RECANATI - La Regione Marche ha trasmesso la situazione sanitaria a Porto Recanati alla data odierna, 25 marzo:

positivi 14, in isolamento 33.

Nel diffondere il dato, il sindaco Mozzicafreddo specifica che “i decessi dal momento della comunicazione non sono ovviamente compresi, fin da ieri, nel numero dei positivi. Chi è in isolamento/quarantena o è un familiare di un positivo o è una persona che o nell'ambito del lavoro (soprattutto), o nel giro delle proprie amicizie è stato a contatto con un positivo pur senza avere alcun sintomo. Il numero dei concittadini in isolamento varia ogni giorno tra chi finisce la quarantena e chi si aggiunge”.

Intanto gran lavoro in città per la Protezione Civile sotto il cui coordinamento sono passate le attività delle varie associazioni di volontariato mentre la Caritas si sta attivando sia per il 90783818 2278445225790127 2192055066251231232 osostegno agli indigenti in questa particolare situazione sua per aiutare quelle famiglie che non dispongono di un pc e di una connessione per far seguire ai figli le lezioni on line.

In città ha destato emozione la scomparsa prematura di un giovane conosciutissimo in città.

Il 35enne Francesco Brunori sulle cui cause del decesso l’avv. Marco Poloni, amministratore di sostegno, ha chiesto alla Procura della Repubblica di fare chiarezza.

Un fascicolo con l’ipotesi di omicidio colposo è stato aperto.

Brunori, affetto da oligofrenia, era stato ricoverato con febbre e problemi respiratori a Civitanova.

Sottoposto a tampone, questi aveva dato esito negativo da qui le dimissioni.

Improvvisamente però è giunta la morte per arresto cardiaco.

Sulla salma veràà eseguito un esame tecnico. E se del caso sarà disposta un'autopsia.