• Pallacanestro recanati
  • Unipol
  • Il mondo delle fiabe
  • Astea
  • Musei Recanati
  • Emigrazione
  • Test clinica lab
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • Astea 2020
  • BCC
  • Menghini
  • Banca MC
  • Banda
  • Sottosopra
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

PORTO RECANATI - A seguito dell’incontro (nella foto)  organizzato con i rappresentanti delle concessioni demaniali marittime di Porto Recanati dalla Candidata di Forza Italia Sabrina Baiocco, la Sen. Alessandra Gallone, componente della Commissione Ambiente del Senato e Vice Presidente del Gruppo di Forza Italia, intervenuta all’incontro, ha presentato un emendamento sul tema della difesa della costa al decreto legge agosto.

L’emendamento, preparato anche incollaborazione con l’Assessore al demanio Piergiorgio Toschi e alla candidata Sabrina Baiocco, prevede l’istituzione di un fondo con dotazione pari a 200 milioni di euro. Ciò al fine di rappresentare la fondamentale importanza della tutela delle coste come parte integrante del sistema delle infrastrutture vitale per il rilancio dell’economia in uno dei settori trainanti per l’Italia, il turismo.

Continua la campagna elettorale di Sabrina Baiocco con al centro le questioni concrete che riguardano i settori dell’economia e del lavoro.

Di seguito il testo dell’emendamento in questione:

Emendamento Articolo 51. Dopo l'articolo inserire il seguente :«Art. 51-bis1. Al fine di preservare con un’azione strutturale il territorio, di favorire le attività turistico balneari duramente colpite dagli effetti derivanti dal fenomeno dell’erosione marina e dall’emergenza COVID-19, è istituito presso il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare un fondo con una dotazione finanziaria pari a 200 milioni per ciascuno degli anni 2020, 2021, 2022, 2023, da destinare alle Regioni per i Comuni costieri delle aree di cui sopra per la progettazione di opere di difesa della costa al fine di limitare l’aggravarsi delle condizioni di stabilità fisica delle stesse e di preservare quella parte del comparto economico strettamente connessa ai territori rivieraschi duramente colpiti dagli eventi indicati. 2. Le modalità di riparto delle risorse di cui al comma 1 ai Comuni e agli Enti interessati dai predetti eventi, sono definite con decreto del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, di concerto con il Ministero dei Beni Culturali e del Turismo di intesa con la Conferenza Stato-Regioni sulla base del censimento dei danni al patrimonio pubblico, privato e alle attività economiche e produttive, avviato da parte delle Regioni interessate. 3. Agli oneri derivanti dal presente articolo, pari a 200 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020, 2021, 2022, 2023, si provvede: a) quanto a 200 milioni di euro per il 2020, mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, come rifinanziato ai sensi dell'articolo 114, comma 4 del presente decreto; b) quanto a 200 milioni di euro dal 2021 mediante corrispondente riduzione del Fondo per interventi strutturali di politica economica, di cui all'articolo 10, comma 5, del decreto-legge 29 novembre 2004, n. 282, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 dicembre 2004, n. 307, e successive modificazioni e integrazioni.»

IMG 20200909 182850