• Test clinica lab
  • Astea
  • Musei Recanati
  • Emigrazione
  • Unipol
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • Astea 2020
  • Sottosopra
  • Menghini
  • Avis
  • BCC
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

PORTO RECANATI - Gli atti vandalici seguiti alla cessazione della guardiania alla portineria dell'Hotel House hanno amareggiato e colpito gli stessi Angel Ranger.

"Anno nuovo, vita vecchia -scrivono dal loro profilo-. E' con grande amarezza che questa mattina abbiamo iniziato il nuovo anno. Come buon giorno abbiamo trovato sul telefono operativo dell'associazione alcune foto dall'Hotel House. A poche ore dalla nostra dipartita si sono già manifestate le prime conseguenze: le immagini parlano più di tante parole e ci lasciano sgomenti. Le emozioni forti di ieri notte che ci hanno spinto a ritrovarci quasi tutti per salutare insieme la portineria, hanno lasciato il posto ad una delusione profonda. L'affetto e le tante dimostrazioni di apprezzamento dei condomini che abbiamo ricevuto in queste poche ore ci riempiono, ma la potenza distruttiva di queste foto ci lascia l'amaro in bocca. Noi Ranger manteniamo le promesse e rispettiamo le regole, pertanto non potendo tornare all'Hotel House, avevamo convinto Gianfranca Zanzi a fare lo stesso le premiazioni della riuscitissima caccia al tesoro di domenica scorsa. Dopo l'ennesima batosta di stamattina, nel vedere il disprezzo con cui è stato distrutto il tanto lavoro fatto insieme, ci ha comunicato, con la voce spezzata, che non ha intenzione di effettuare la premiazione".

"Ci dispiace molto perché, come troppe volte capita, le azioni insensate di alcuni ricadono sulle vite di molti e spesso su quelle dei più piccoli, ma possiamo soltanto immaginare la fatica di ritrovarsi di nuovo soli ed impotenti di fronte alla distruzione e alla codardia dei soliti ignoti -si legge ancora-. Gli Angel Ranger non si tirano indietro, ma alla luce dei fatti di questa mattina e all'ennesima ferita dei nostri fratelli volontari, stiamo rivalutando se ci siano le condizioni minime per riuscire a portare avanti i progetti messi in cantiere. Ci auguriamo che le tante persone per bene che abitano nel condominio si uniscano insieme e reagiscano ribellandosi al ritorno del degrado e della distruzione per riappropriarsi delle proprie vite".

Il Comandante Corrado Lazzarini ha voluto mandare un messaggio di inizio anno a tutti i volontari: "Da parte mia ribadisco la disponibilità a scendere nuovamente in campo insieme a tutti voi nel momento in cui dovessero arrivare dall'amministrazione segnali forti che dimostrino la reale intenzione di portare fino in fondo il cambiamento negli interessi di tutti i condomini, ma dubito che ci saranno."

135224953 696090187743176 3406068723664729366 o