• Unipol
  • Test clinica lab
  • Musei Recanati
  • Emigrazione
  • Il mondo delle fiabe
  • Astea
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • Avis
  • Sottosopra
  • Menghini
  • BCC
  • Astea 2020
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

PORTO RECANATI – Con la morte di altre due anziane ospiti del “Gervasi”, salgono a sette le vittime da COVID nella struttura sulla quale da parte della Procura della Repubblica è stato aperto un fascicolo di cui non si sa se come atto d’ufficio o in base ad una denuncia.

Vista la situazione l’ASUR ha disposto il trasferimento temporaneo di tutti gli ospiti in quanto si è rilevato che devono essere urgentemente apportati degli interventi di messa in sicurezza della struttura in modo da poter affrontare situazioni emergenziali.

Uno degli interventi primari riguarderà quello per allestire un percorso covid ed un uno covid free.

Per eseguire i lavori gli anziani sono stati già trasferiti al Santo Stefano, ad Ancona e Recanati.

“Il temporaneo trasferimento degli ospiti, iniziato nel pomeriggio di oggi e in completamento nella giornata di domani, consentirà di effettuare i lavori programmati in totale sicurezza e con la tranquillità necessaria –scrive il sindaco Mozzicafreddo- A lavori ultimati, a negativizzazione degli ospiti, a sanificazione avvenuta, gli ospiti potranno rientrare nella struttura di Corso Matteotti. La Curia ed il Sindaco, in stretto rapporto con l'Asur, stanno studiando ogni aspetto con la massima cura in modo da offrire la massima sicurezza agli ospiti al momento del rientro, consapevoli che si tratta di anziani fragili e spesso in condizioni fisiche già compromesse”.

panelgervasi