• Astea
  • Emigrazione
  • Musei Recanati
  • Test clinica lab
  • Unipol
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • Avis
  • Astea 2020
  • Sottosopra
  • Menghini
  • BCC
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

PORTO RECANATI - Nell’ambito dei servizi di controllo economico del territorio, finalizzati al contrasto dei traffici illeciti in genere e alla verifica del rispetto delle prescrizioni in materia di contenimento della diffusione dell’epidemia da coronavirus, i finanzieri del Comando Provinciale hanno messo a segno, nel corso del fine settimana, due interventi a contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Macerata, in territorio del Comune di Petriolo, sottoponeva a controllo una persona, di nazionalità italiana, tale R.C., a bordo di un furgone, rinvenendo circa 4 grammi di cocaina. La successiva perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire un ulteriore quantitativo della medesima sostanza, pari a circa 48 grammi. L’uomo, un cinquantenne, è stato tratto in arresto e posto a disposizione della locale Autorità Giudiziaria.

Nel corso di un’altra operazione a Porto Recanati, invece, i finanzieri della locale Tenenza intervenivano mentre era in atto la cessione di una dose di sostanza stupefacente, rivelatasi cocaina, denunciando un quarantaseienne albanese e segnalando l’assuntore alla competente Prefettura.

La successiva perquisizione domiciliare permetteva di rinvenire sostanza da taglio, del tipo mannitolo, ed una cospicua somma di denaro contante, ritenuto provento dell’attività di spaccio. I due, inoltre, sono stati sanzionati in relazione ai divieti di spostamento previsti dalle norme in materia di contenimento della diffusione del coronavirus.

Per di più, l’extracomunitario è stato altresì denunciato alla locale Procura in quanto è risultato sottoposto al regime di isolamento obbligatorio poiché positivo al COVID-19.

Complessivamente, le Fiamme Gialle hanno sequestrato oltre 50 grammi di cocaina e 13.430 euro in denaro contante, ritenuto provento dell’attività di spaccio, nonché sostanza da taglio.
Le operazioni di servizio si inseriscono nel più ampio dispositivo di contrasto al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, costante impegno della Guardia di Finanza che mira alla salvaguardia della vita umana.

MEZZOGDF