• Musei Recanati
  • bcc 2022 06
  • MyRecanati
  • Unipol
  • bcc 2022
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • avis
  • Croce gialla
  • Astea
  • Astea 2020
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

di Pierpaolo Fabbracci, segretario UDC

PORTO RECANATI - Approvato il primo bilancio di previsione della nuova Amministrazione di Porto Recanati evidenziamo subito che esso non brilla di particolari novità e neanche di quei progetti di rinnovamento tanto sbandierati in campagna elettorale.

Non ci sono interventi nuovi e specifici per le famiglie in difficoltà economica e sociale. Non ci sono iniziative riservate alle attività produttive. Nulla che preveda nuovi parcheggi e nessuna novità per la pedonalizzazione del Corso. Nessun progetto concreto sui reali bisogni delle associazioni locali.Fabbracci Pierpaolo

In compenso ci sono:

AUMENTI DI RISORSE per quasi 8 milioni di euro da fondi PNRR destinati a favorire alloggi dignitosi agli immigrati extracomunitari, ridurre il lavoro sommerso e il caporalato agricolo. Ma abbiamo forse un problema di caporalato agricolo? All’Hotel House?

Arrivano risorse per adeguare le indennità di Sindaco e Assessori a carico dello Stato con una maggiorazione del 30 %. Percentuale che aumenta nei due anni a seguire. Sindaco e Giunta non si riducono neppure un euro mentre avrebbero potuto rinunciare a parte della quota comunale per dedicarla alle famiglie in difficoltà per i rincari delle bollette di luce e gas o per ridurre il canone di occupazione suolo pubblico per gli esercenti. Nulla di questo è stato previsto. L’ultimo aumento delle indennità risale all’anno 2000 per effetto di un decreto del governo D’Alema; in quell’occasione Sindaco ed Assessori rinunciarono al 15 % ciascuno del tetto massimo consentito permettendo l’ingresso di un nuovo assessore in Giunta (che passò da 4 a 5 componenti) ridistribuendo il totale senza gravare ulteriormente sul bilancio comunale.

AUMENTO DELLA TASSAZIONE per pratiche presentate agli uffici e diritti di segreteria che lievitano e slittano da gratuiti che erano a 75 € a pratica.

Vediamo impegnare complessivamente 1.350.000 € per tre PARCHI GIOCHI, ATTREZZI GINNICI E SPORT ci sembra….troppo ! Abbiamo anche altre necessità! Al Play Ground progettato al Parco Europa con fondi PNRR per 450.000 € ne seguirà un altro quest’anno a piazza Kronberg, con fondi comunali per pari cifra, e un altro l’anno prossimo a Scossicci.

Per contro viene rivisto il progetto di DIFESA DELLA COSTA, previsto per 650.000 € e ridotto a circa la metà per il minor contributo della Regione.

Si mette in bilancio la progettazione di un IMPIANTO di CREMAZIONE nel silenzio più assoluto come se la cosa interessasse solo la Giunta.

Più volte ci siamo fatti portavoce dei residenti di Santa Maria in Potenza per l’installazione dell’ AUTOVELOX o di altro dissuasore al Bivio Regina ma non c’è alcuna intenzione di farlo.

Abbiamo un’Amministrazione che non ascolta, non risponde, non sa. Deride l’avversario. Agisce senza evidenza pubblica, necessaria anche per le prestazioni a titolo gratuito e volontario e si sceglie i collaboratori tra persone di fiducia. Una Amministrazione che divide i cittadini in amici e meno amici.

Questo modo di amministrare non ci convince e ci sembra doveroso esprimere piena fiducia all’impegno costante delle consigliere Ubaldi e Sabbatini del Centrodestra Unito e piena solidarietà ad Angelica Sabbatini per gli attacchi subiti dopo le posizioni assunte in Consiglio Comunale.