• Il mondo delle fiabe
  • Pallacanestro recanati
  • Unipol
  • Musei Recanati
  • Benefisio
  • BCC conto giovani
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • Banca MC GIF
  • CPL
  • Gran tour
  • Notte rosa porto 2019
  • Infinito
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Il ds Simone Consolani traccia un bilancio di questa prima parte di campionato Bilancio al giro di boa in casa Futsal Potenza Picena. Il 2019 per i potentini si è aperto con un successo, che ha cancellato la striscia di risultati negativi precedenti. Infatti i giallorossi, dopo un buon inizio di stagione, si sono un pò smarriti per strada finendo nelle parti basse di classifica, anche se la classifica è molto corta, e cambiando condottiero in corso d'opera, out Sbacco dentro Lanari nel doppio ruolo di giocatore-allenatore. All'inizio del nuovo anno facciamo il punto della situazione con Simone Consolani, ds del Futsal Potenza Picena.

- Si è chiuso il 2018 nella parte bassa di classifica dopo un ottimo avvio, cosa è mancato alla squadra per confermarsi?
"Abbiamo perso la serenità, la partita contro il Fano ci ha destabilizzato, a volte una vittoria o una sconfitta crea un effetto domino, a volte in positivo altre in negativo, stavolta a noi ci ha destabilizzato".

- Cosa vi aspettate da questo 2019? L'obiettivo play-off rimane sempre alla portata vista la classifica corta?
"Per prima cosa vorrei precisare che la società non hai mai dato obbiettivi specifici, sicuramente non ci aspettavamo questa classifica. Parlare di play off mi sembra un discorso spavaldo, noi oggi dobbiamo pensare ad allontanarci prima possibile dalla zona play out. Per come sta lavorando il gruppo sotto la guida di mister Giacomo Lanari mette ottimismo, i nostri ragazzi ci tengono a fare bene, sono tutti esperti e hanno anche carattere. Poi io sono troppo di parte, la squadra l’ho fatta io, resto dal parere che sono tutti bravi e possono fare tanto bene. Per quanto riguarda il 2019 per noi è un anno importante, ci aspettiamo l’ingresso di qualche ragazzo under in prima squadra, per noi è motivo di orgoglio".Prima squadra 2

- Per quanto riguarda il mercato si interverrà se ci saranno occasioni?
"Il mercato è chiuso e noi abbiamo rinforzato la squadra con Elia Mazziero e Giacomo Cassaro, credo che la rosa sia competitiva: il prossimo step è lanciare in prima squadra i ragazzi under, però prima dobbiamo cambiare la posizione in classifica".

- Qual è stata la miglior partita e la peggiore giocata finora?
"Parlo per questo campionato e non per il 2018: la peggior partita a mio parere è stata contro il Fano, non solo per il gioco ma per gli strascichi che ha lasciato, per quanto riguarda la migliore credo che dobbiamo ancora giocarla: la squadra per me può giocare molto meglio di quello che ha fatto finora. Posso dire che a me piace molto l’idea di futsal che ha Lanari. I risultati ancora non sono arrivati, ma arriveranno, perché il lavoro fatto seriamente paga sempre".

- Cosa vi ha portato a separarvi da mister Sbacco?
"Credo che di fondo ci sia stato uno sbaglio durante l’estate: a Maggio dovevamo dividerci, era meglio per tutti, siamo ripartiti tutti con poco entusiasmo e alle prime difficoltà sono venute a galla alcune incomprensioni. Noi ci aspettavamo alcune cose dal mister, Sbacco sicuramente si aspettava altro dalla società. Ma alla fine tutto si è chiuso senza litigi o cose simili, con una telefonata ci siamo resi conto che entrambi volevano chiudere questa esperienza".

- Per quanto riguarda il settore giovanile stanno arrivando belle soddisfazioni.
"Mette entusiasmo vederli giocare perchè sono forti ed hanno voglia di fare bene, ci stanno dando belle soddisfazioni. Abbiamo avuto anche il primo convocato in rappresentativa regionale, il nostro portierone Giaconi, ma con il tempo ne arriveranno altre di convocazioni, ne sono certo".