• Banca MC seconda volta
  • Unipol
  • Benefisio
  • Astea
  • BCC conto giovani
  • Pallacanestro recanati
  • Il mondo delle fiabe
  • Musei Recanati
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • Antonio Bravi
  • Infinito villa colloredo
  • Assaggi infinito
  • Banca MC GIF
  • Miccini
  • Persiani 2018
  • CPL
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Di Edoardo Marabini, candidato sindaco

POTENZA PICENA - La demolizione di uno dei muri che delimitano il sagrato di Piazza Douhet ha fatto molto discutere nei giorni scorsi.

L’Amministrazione Comunale ha usato toni trionfalistici parlando di nuova Agorà e di una stagione bellissima. Vista l’oggettiva modestia dell’intervento e la tempistica, a poco più di due mesi dalla scadenza del mandato, tale iniziativa sembra avere in realtà finalità puramente propagandistiche.

Poiché la propaganda non ha mai risolto i problemi dei cittadini, né migliorato la loro vita, è a nostro avviso più che mai opportuno tornare a riflettere e a confrontarsi per progettare e perseguire soluzioni finalizzate a dare nuova vita alla nostra città, dal centro storico a Porto Potenza, senza dimenticare i quartieri periferici nei quali è necessario far sentire la presenza dell’amministrazione.Piazza Douhet1 1024x576

Seguendo questa impostazione, ormai da più di tre mesi abbiamo iniziato ad ascoltare i cittadini e a costituire tavoli di lavoro tematici per l’impostazione del programma. Con rammarico abbiamo constatato che i cittadini percepiscono una totale assenza di progettazione e registrano un peggioramento del decoro urbano (in primis proprio di Piazza Douhet).

Al contrario il nostro progetto parte proprio dall’esigenza di ripensare il nostro paese e di farlo tornare ad essere una casa accogliente.

A tal proposito vorrei ricordare quali sono, secondo noi, le azioni necessarie per riqualificare e rigenerare il nostro Paese. Per Porto Potenza vorrei sottolineare l’importanza di realizzare, al posto della vecchia scuola elementare, un vero e proprio Centro Civico in cui ospitare, potenziandoli, tutti i servizi per i cittadini e adeguati spazi per l’associazionismo. La seconda priorità è secondo noi quella di recuperare ad una piena funzionalità il complesso ex Florida salvaguardandone le peculiarità architettoniche.

Gli altri interventi a cui vorrei dedicare il mio impegno amministrativo sono il prolungamento del belvedere sul mare fino all’altezza del fosso a mare con la contestuale demolizione del rudere del vecchio casello ferroviario, così come la predisposizione di un piano della mobilità volto a realizzare una viabilità alternativa alla Statale 16 e a promuovere una mobilità leggera e sostenibile. Per il Capoluogo ripetiamo che è necessario puntare su una politica di valorizzazione e di recupero dell’esistente, riqualificazione dei luoghi di incontro, sostegno allo sviluppo di una ricettività leggera e diffusa, incremento della mobilità dolce e a misura d'uomo. Infine per i quartieri periferici e le frazioni una attenzione particolare in grado di non escluderli, ma di valorizzare le loro peculiarità incrementando la qualità della vita, i servizi e la partecipazione.

Sono convinto che i cittadini del nostro Comune abbiano bisogno di concretezza e di attenzione, non di propaganda ed illusioni: per ottenere obiettivi ambiziosi c’è bisogno di un’amministrazione presente, trasparente ed attenta ai bisogni dei cittadini e al tempo stesso dell’impegno costante di una cittadinanza attiva che abbia a cuore il bene comune.

Con questa convinzione continuiamo la campagna di ascolto e di confronto con la cittadinanza: il prossimo incontro si terrà a Porto Potenza presso lo chalet “lo Scoglio” Venerdì 15 Marzo alle ore 21:15.