• Teatro persiani
  • Astea
  • Il mondo delle fiabe
  • Pallacanestro recanati
  • Musei Recanati
  • Unipol
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • CPL
  • Banca MC GIF
  • Paesaggio
  • 1
  • 2
  • 3

A cura di Simona Ciasca e Paolo Onofri

POTENZA PICENA - Uno degli storici più importanti delle Marche, il Cav. Anselmo Anselmi di Arcevia, Regio Ispettore ai Monumenti delle Marche, tra la fine dello Ottocento e gli inizi del Novecento ha contribuito a farci conoscere meglio sia il polittico di Vittore Crivelli del 1493, che le due opere in terracotta di fra Ambrogio Della Robbia nel periodo in cui egli ha vissuto a Monte Santo (tra il 1523 ed il 1527/28).

Anselmo Anselmi nato ad Arcevia nel 1859 e morto nel 1907 è venuto a Po­tenza Picena diverse volte ed ha avuto la possibilità di consultare il nostro archivio storico comunale, in particolare quello notarile che all’epoca si trovava ancora nella nostra città, mentre oggi si trova a Macerata.

Queste sue ricerche d’archivio hanno riguardato sia l’opera di Vittore Crivelli a Monte Santo del 1493, pubblicate sulla "Nuova Rivista Misena” e distribuite in Regione dal 1888 anselmoanselmifino al 1897. In questa rivista si ap­profondisce la conoscenza del polittico di Vittore Crivelli che si tro­vava nel contesto della chiesa di San Francesco dei Frati Francescani Conventuali al Pincio.

L’approfondimento sulla presenza di fra Ambrogio Della Robbia a Monte Santo è stato pubblicato invece sulla Rivista di Firenze “Arte e Storia” del Di­cembre 1904. Di fra Ambrogio Della Robbia all’epoca erano presenti a Potenza Picena due opere, la Maddalena e la Pietà ne1 Palazzo Pierandrei.

Il metodo di ricerca di Anselmi si basava essenzialmente sulla consultazione di documenti di archivio storico, e grazie a lui si è potuto approfondire la conoscenza a Monte Santo delle opere di due grandi artisti del XV e XVI secolo italiano.

san girolamoSanta Caterina dAlessandria