• Astea
  • Il mondo delle fiabe
  • Unipol
  • Teatro persiani
  • Pallacanestro recanati
  • Musei Recanati
  • BCC conto giovani
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • Leguminaria
  • CPL
  • Infinito
  • Gran tour
  • Citylab
  • Banca MC GIF
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

POTENZA PICENA - Il suggestivo quadro di Potenza Picena, vestita a festa con i tradizionali colori dei rioni che si contendono il Palio del Grappolo d’Oro, fa da sfondo alla 7a Edizione del Premio Pastocchi.

Il concorso di poesia è intitolato appunto a Giovanni Pastocchi, poeta vernacolare potentino.

Riccardo, nipote dell’artista, ne ha ereditato la direzione, trasformando il Premio in un vero e proprio spettacolo, dove la poesia si declina in tutte le arti più varie: canto, danza, musica, pittura e recitazione.pas1

Domenica 22 Settembre, il Teatro Mugellini, in occasione della giornata di chiusura del Premio Pastocchi, ospiterà numerosi artisti, tra cui, il poliedrico Chopas, il violinista Taborro, il fisarmonicista Picchio, il cantautore Vago Bartowsky; gli attori Tommaso Intorre, Giulia Moretti e Beatrice Stortoni; il poeta Simone Romagnoli, la scuola di danza Scarpette Rosse, la cantante Nina e molti altri.

 Il clou della kermesse sarà la proclamazione dei vincitori, uno per la poesia in italiano l’altro per quella in dialetto, che vedranno le loro opere pubblicate in una raccolta stampata e distribuita dalla Casa Editrice Giaconi.

La copertina di entrambi i testi, quest’anno, sarà realizzata con le acqueforti di Giuseppina Riccobelli, artista molto conosciuta ed apprezzata, nonché musa ispiratrice di Giovanni Pastocchi.

Altra novità di questa edizione è il connubio nato con tutti i commercianti di Potenza Picena, che per l’intera settimana del Premio, dal 16 al 22 Settembre, creano prodotti unici dedicati a Giovanni, come il pane fatto a forma di “farfallino” che il poeta indossava sempre con la sua immancabile giacca; o il gelato gusto “Giovannino” con la riduzione al Vino Cotto. Anche i ristoranti hanno creato un menù ispirato alla poesie; così come i parrucchieri, le estetiste, e qualsiasi altra attività di questa splendida cittadina alla quale il poeta ha dedicato “O Montesando Mia” forse tra le sue più celebri opere.

“La forza di questo Premio - dice Riccardo Pastocchi - è la collaborazione. Lavorare circondato da persone serie e professionali, ha reso tutto più semplice. Vorrei ringraziare tutti i ragazzi della Pro Loco e gli amici che pazientemente mi sostengono in questa avventura, l’Amministrazione Comunale che ha creduto da subito nel progetto; e ogni singolo commerciante, che si è prodigato nel creare qualcosa di unico ed inimitabile. Buona poesia a tutti”.

70416310 915268815518389 196410099986595840 n70464591 2401585466591015 4684329669342789632 o

PAS2