• Musei Recanati
  • Il mondo delle fiabe
  • Test clinica lab
  • Unipol
  • Pallacanestro recanati
  • Astea
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • Sottosopra
  • Astea 2020
  • BCC
  • Banca MC
  • Menghini
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

A cura di Simona Ciasca e Paolo Onofri

potenza picena - La chiesa di San Francesco di Potenza Picena è una delle più belle della nostra città.

E’ chiusa dal giorno 30/10/2016 in conseguenza della forte scossa di terremoto che si è verificata proprio quel giorno. Ad oggi, dopo quasi 4 anni, ancora non è stata prevista la riapertura al pubblico.

La chiesa è di proprietà del Ministero degli Interni, fondo edifici di culto. Infatti la chiesa di San Francesco, grazie all’interessamento di padre Nazzareno Pistelli di Potenza Picena, Regio Ispettore Onorario della Soprintendenza di Ancona, nel 1937 è stata dichiarata Monumento Nazionale.2020 09 04 0005

Nel periodo che va dal 1934 al 1937, padre Nazzareno Pistelli è riuscito a far eseguire degli importanti lavori di restauro della chiesa di San Francesco, per una spesa complessiva di Lire 44.000.

Questa somma è stata raggiunta grazie al contributo del Ministero degli Interni per Lire 20.000, del Comune di Potenza Picena per Lire 6.000, della Parrocchia di Santo Stefano per Lire 2.000 e del Ministero dei Lavori Pubblici per Lire 16.000.

Per l’esecuzione dei lavori edili erano state contattate le seguenti ditte: Impresa Edile Pasquale Clementoni (nella foto) e Figli, Attilio Riccobelli ed Edoardo Clementoni.

L’incarico è stato poi affidato all’impresa di Pasquale Clementoni e Figli di Potenza Picena.

La fornitura degli infissi in legno è stata affidata alla falegnameria di Oreste Orselli di Potenza Picena.

2020 09 05 0001Ha seguito i lavori per la Soprintendenza di Ancona il dott. G. Pacchioni, mentre per il Corpo Reale del Genio Civile di Macerata l’Ing. Corrado Corallini.

I lavori sono stati fotografati da padre Nazzareno Pistelli ed in una foto conservata presso la Biblioteca Francescana di Falconara dei Frati Minori, abbiamo trovato sul tetto della chiesa di San Francesco, insieme agli operai dell’impresa di Pasquale Clementoni e Figli, anche padre Nazzareno Pistelli.

Questa foto ci è stata messa a disposizione da padre Gabriele Lazzarini, che ringraziamo di cuore.

I lavori di restauro della chiesa di San Francesco si sono resi necessari dopo che la struttura negli anni passati era stata utilizzata come magazzino di cereali, in particolare durante e dopo la prima guerra mondiale.

Successivamente è stata un po’ abbandonata e si sono manifestati in particolare seri problemi al tetto.

L’impresa edile di Pasquale Clementoni e Figli ha portato a termine regolarmente i lavori di restauro della chiesa di San Francesco.

Il capostipite dell’impresa Pasquale Clementoni era nato a Potenza Picena il giorno 23/11/1871 da Girio e da Lucia Sodini, con lui lavoravano i suoi figli Giuseppe, Alessandro, Mariano, Filiberto, Raffaele e Giulio. Tra i muratori dell’impresa Clementoni si ricordano Luigi Ceccotti, Rinaldo Carestia e Scataglini Fiore.

muratori