• Unipol
  • Test clinica lab
  • Astea
  • Il mondo delle fiabe
  • Emigrazione
  • Musei Recanati
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • BCC
  • Menghini
  • Astea 2020
  • Sottosopra
  • Avis
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Nota del Gruppo Consiliare del Centrodestra

POTENZA PICENA - Si tratta di puro sciacallaggio politico quello che il Pd potentino sta mettendo in atto sulla questione della scuola Coloramondo, argomento delicato su cui qualsiasi amministratore di qualsiasi colore politico deve approcciare con la massima serietà e responsabilità, scevro da logiche di partito.

Tant’è che prima ancora di visionare i documenti della relazione del tecnico incaricato dall’Amministrazione Comunale, una parte dell’opposizione ha ben pensato di gettare discredito sulla gestione della Giunta, tralasciando che di politico vi è ben poco ma è questione prettamente tecnica.

Talmente tecnica che fino ad ora l’Amministrazione Comunale ha sempre fatto fede alle indicazioni fornite dagli uffici competenti preposti al controllo, né, tanto meno, sono arrivate sollecitazioni da altri organi, ad esempio politici, a gestire la questione in maniera differente. materna Coloramondo

A seguito del sisma del 2016 tutte le strutture comunali sono state sistematicamente monitorate dall’Ufficio Tecnico con grande scrupolo, ne è dimostrazione che in alcune situazioni si è predisposta la chiusura come Vicolo Scipioni e l’ex Chiesa di S.Agostino.

Attenzione posta con la medesima scrupolosità anche sulla scuola Coloramondo dove non è stato mai evidenziato il carattere di urgenza ed emergenza fino all’ultimo sopralluogo dell’Ufficio Tecnico, che ha portato l’Amministrazione Comunale, in maniera responsabile, determinata e rapida, a predisporre ulteriori approfondimenti mai richiesti fino a quel momento da nessun tecnico.

Tali verifiche hanno, purtroppo, evidenziato un esito diverso da quello atteso e molto negativo, che hanno indotto all’immediata chiusura di una parte del plesso scolastico.

Accusare l’Amministrazione Comunale di negligenza e di aver messo a rischio l’incolumità dei bambini è un atto spregiudicato e indegno, o meglio degno solo di chi antepone la logica di partito all’interesse dei cittadini.

“Oltre che amministratori – sottolinea il Gruppo del Centrodestra - siamo genitori anche di bambini che frequentano proprio quella scuola. E’ per questo che l’accusa di irresponsabilità risulta essere figlia di logiche lontanissime da quelle che dovrebbero animare un buon amministratore: il bene comune!”