• Unipol
  • MyRecanati
  • Musei Recanati
  • BCC 2021
  • Arena gigli
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • GOF
  • Menghini
  • Avis
  • Astea 2020
  • Astea
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Nota del PD

POTENZA PICENA - Si terrà domani pomeriggio (giovedì 22/07) la riunione della II commissione consiliare richiesta dai gruppi consiliari di minoranza con all'odg la situazione dell'edilizia scolastica di Porto Potenza.

Arrivati a metà luglio non avremmo immaginato di trovarci ancora in una situazione “non definita” per quella che sarà la riorganizzazione degli edifici scolastici nel nuovo anno che si avvicina sempre più, in particolare per ciò che avverrà nel secondo quadrimestre dell’anno scolastico 2021/2022.

Ad oggi le uniche certezze che si hanno sono che la nuova scuola elementare non sarà pronta ed utilizzabile a settembre, ma lo sarà entro la fine dell’anno 2021, e che sempre a fine 2021 terminerà il noleggio dei moduli scolastici temporanei realizzati negli spazi della scuola medie e che questi saranno disinstallati.

Dove concluderanno il nuovo anno scolastico gli studenti dell’Istituto Comprensivo “Raffaello Sanzio”?

Per capirlo e per fare chiarezza il nostro gruppo consiliare ha protocollato un mese fa (14 giugno 2021) un’interrogazione che sarà discussa al prossimo consiglio comunale.

Tante infatti sono le perplessità e le domande che genitori sempre più confusi e preoccupati sollevano.

È ancora intenzione della Giunta Tartabini chiudere l’edificio delle medie non appena pronta la nuova elementare? Tutti sanno che essendo da poco iniziato l’iter della progettazione dell’intervento di demolizione e ricostruzione finanziato con le risorse post-sisma, è più che probabile che la demolizione dell’edificio in viale Piemonte non inizierà prima dell’autunno 2022 ad essere ottimisti. Fino ad oggi il Sindaco ha sempre detto che quello delle medie è un edificio sicuro, ha improvvisamente cambiato idea? Perché?

Il nuovo edificio della scuola elementare può davvero ospitare interamente sia tutte le classi della primaria sia tutte quelle della secondaria? Ed anche gli uffici amministrativi e di presidenza? Se sì, con quali sacrifici per laboratori, aule di sostegno e spazi per attività complementari? Siamo sicuri che ciò corrisponda alle reali esigenze dei bambini?

Dove saranno collocate invece le classi della scuola dell’infanzia Coloramondo?

Crediamo che la Giunta Tartabini non dovrebbe esitare ed informare puntualmente i cittadini delle proprie decisioni o almeno delle proprie intenzioni, per questo non possiamo che sollecitare ulteriormente e continuare a chiedere chiarezza.

219773205 1815257685323082 2239876618230937037 n