• bcc 2022
  • Unipol
  • MyRecanati
  • Musei Recanati
  • musicultura2022
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • avis
  • Croce gialla
  • Astea
  • Astea 2020
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

POTENZA PICENA - Pronti, via. Parte il rush finale di stagione che non vede impegnate solo Giulianova e Cantù per la finale scudetto ma anche Santo Stefano-Avis Porto Potenza e Padova per la conquista del terzo posto.

Alle 16.30 di domani (sabato), a Padova, i portotentini di coach Roberto Ceriscioli scenderanno in campo contro i padroni di casa allenati da coach Fabio Castellucci.

Non una finalina qualunque, perché aggiudicarsi il terzo gradino del podio vorrebbe dire comunque restare negli annali come la terza squadra d’Italia in questa stagione 2021-2022.Sabri 04

E per la formazione di coach Ceriscioli sarebbe la ciliegina sulla torta dopo la conquista, nel novembre scorso, della Coppa Italia valevole per la stagione 2020-2021.

Certo, i portotentini non si nascondono dietro a un dito e non negano che l’obiettivo numero uno di quest’anno era arrivare, per il terzo anno consecutivo, alla finale scudetto per provare a giocarsi la conquista del secondo titolo in tre anni.
Ma così non è stato anche perchè la sorte ha voluto che in semifinale andasse in scena una autentica finale anticipata proprio tra i marchigiani e Cantù.

Tuttavia ora l’obiettivo è senza ombra di dubbio quello di conquistare il terzo gradino del podio.

A contendere questo ultimo obiettivo della stagione, come detto, sarà il Millennium basket di Padova uscito sconfitto nella semifinale scudetto contro Giulianova. A suonare la carica è uno dei big del team neroverde, Sabri Bedzeti: “E’ sicuramente una partita importante per noi – ha spiegato – in questa stagione abbiamo comunque dato prova della nostra forza, arrivando in finale nonostante un’assenza importante come quella di Ghione. Poi il campo ha detto la sua e ne prendiamo atto. Al match di sabato arriviamo carichi al 100%, a prescindere da come andrà: perciò in questa settimana ci siamo allenati in maniera molto intensa, ancor più duramente che in passato”.

Contro Padova, la Santo Stefano-AVIS ha già vinto nella recente finale per il terzo posto di Coppa Italia con un netto 74-52. Ma questo non rappresenta in alcun modo un vantaggio per la formazione di coach Ceriscioli anche perché il Padova è fortemente intenzionato a mettere la ciliegina sulla torta in questa sua stagione davvero molto positiva che li ha portati tra le prime 4 squadre d’Italia.

Dopo gara uno di domani, il 21 maggio sarà gara 2 al PalaPrincipi di Porto Potenza da cui uscirà la squadra terza classifica in questo campionato 2021-2022.