POTENZA PICENA - Circa 50 i partecipanti all’appuntamento promosso da Assam e Aioma per il 1° corso di specializzazione sulla potatura degli olivi di interesse storico/monumentale della Scuola nazionale di potatura. Potato l’albero più antico della Provincia di Macerata, sito in Contrada Montecoriolano, sotto le cure di Giordano Giampaoli.

La Scuola Potatura Olivo italiana sceglie Potenza Picena per lo svolgimento del 1° corso di specializzazione sulla potatura degli olivi di interesse storico/monumentale: il contesto è quello dell’oliveto storico del potentino Giordano Giampaoli, che si trova in Contrada Montecoriolano, a pochi metri da Villa Buonaccorsi.

L’iniziativa è promossa da Assam in collaborazione con Aioma (Associazione dei produttori olivicoli marchigiani).Sindaco Giampaoli1

Oltre 50 i partecipanti provenienti da Sicilia, Calabria, Toscana, Lazio, Veneto, Abruzzo e Puglia. L’obiettivo del corso, tenuto dal professor Giorgio Pannelli, è stato proprio quello di mostrare agli allievi le tecniche di potatura da applicare ad alberi secolari, riducendo poi tempi e costi al momento della raccolta delle olive.

Ai fini dimostrativi è stato potato l’albero più antico della provincia di Macerata.

Presente alla lezione la responsabile del settore olivicolo dell’Assam, Barbara Alfei e il Sindaco di Potenza Picena, Noemi Tartabini che ha definito l’appuntamento” di fondamentale importanza per la valorizzazione del territorio potentino e delle sue peculiarità. L’oliveto monumentale, curato con passione e professionalità da Giordano Giampaoli, è una ricchezza per l’immagine della città e di tutta la provincia”.

E proprio Giampaoli ha sottolineato come “la cura della pianta, dalla potatura alla raccolta, si riflette poi nella quantità e nella qualità del prodotto finale: l’olio”.

Tra le varietà di olive presenti all’interno dell’oliveto storico si annoverano Mignola, Raggia, Lea, Zampello, Moraiolo e Corbò. Alla lezione ha partecipato anche Luisa Ciarapica del Frantoio Ciarapica.

Al termine della lezione, la proprietà ha offerto agli intervenuti una degustazione di prodotti tipici marchigiani. Successivamente sono stati consegnati i diplomi di partecipazione.

Foto gruppo

Corso