• Musei Recanati
  • Astea
  • Unipol
  • Il mondo delle fiabe
  • Benefisio
  • BCC conto giovani
  • Pallacanestro recanati
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • Persiani 2018
  • Banca MC GIF
  • Stacchiotti
  • Valverde 2018
  • CPL
  • Miccini
  • Gigli opera 18-19
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

RECANATI - E' il baritono Franco Vassallo l'artista che riceverà il Gigli d'Oro 2011 riconoscimento che l'Associazione "B. Gigli" destina ad un artista in carriera particolarmente distintosi.

La cerimonia come di tradizione nel corso di una serata di gala al Teatro Persiani a metà dicembre anche se al momento sarebbero sorti dei problemi per una possibile concomitanza con l'allestimento di uno spettacolo della stagione di prosa.Vassallo

Chi è Franco Vassallo? A 16 anni inizia lo studio con Carlo Meliciani e si esibisce nei suoi primi concerti. Partecipa ai festeggiamenti per il cinquecentenario della Chiesa di Santa Maria delle Grazie di Milano.

Con Carlo Meliciani approfondisce la tecnica del "canto sul fiato". Nel frattempo frequenta il corso di Lettere moderne all’Università Statale e sempre a Milano studia il Metodo Stanislavskij presso la scuola di recitazione “Il laboratorio dell’attore”. Nel 1994 vince il concorso «As.Li.Co.» di Milano con il quale debutta al Teatro Coccia di Novara e nei teatri del circuito lombardo, nel ruolo di David ne L'amico Fritz di Mascagni e in quello di Belcore ne L'elisir d'amore di Donizetti.

Nel ruolo di Rodrigo (Don Carlos di Verdi) nel 2004 all'Opera di Philadelphia

Nel 1997 vince il Concorso di Budapest indetto dall'Arena di Verona per selezionare il cast del Falstaff di Verdi al Teatro Filarmonico di Verona, nel quale veste i panni di Ford, accanto a Renato Bruson nel ruolo eponimo. Alla finale del Concorso viene anche scritturato dalla Fenice di Venezia per cantare il Barbiere di Siviglia al Palafenice. È il suo primo Figaro.

La sua carriera all'estero ha inizio da Vienna (Enrico in Lucia di Lammermoor di Donizetti), Zurigo (marchese di Posa nel Don Carlo verdiano), Parigi e Bilbao. Esordisce poi al Nationaltheater di Monaco di Baviera.

Debutta negli Stati Uniti nel 2005 prima a Los Angeles, poi Philadelphia fino alla prima esibizione al Metropolitan di New York ne Il Barbiere.

La stagione 2005-2006 segna il consolidamento dei teatri esteri, come Berlino (I puritani) e Vienna (La Favorita), mentre a Lipsia (Un ballo in maschera) e a Trieste (La traviata) viene diretto rispettivamente da Chailly e Oren. Inaugura la stagione 2006-2007 del Metropolitan con I puritani. Si consolida il suo legame con Monaco di Baviera.

Tiene concerti di gala, al San Carlo di Napoli e al Teatro dell'Opera di Budapest. Nel 2007 è Riccardo ne I puritani insieme ad Anna Netrebko al Metropolitan, uno spettacolo trasmesso in diretta in tutto il mondo, e canta all'Arena di Verona nel Barbiere e ne La traviata.

Nel 2007-2008 debutta al Covent Garden come Marcello ne La Bohème e partecipa alle Settimane musicali di Stresa.

La stagione 2009-2010 lo vede impegnato nel ruolo di Figaro alla Scala e al Metropolitan, Don Alfonso (Lucrezia Borgia di Donizetti), Macbeth a Monaco di Baviera, Ezio (Attila di Verdi) ad Amburgo e ancora al Met. L'opera donizettiana è stata oggetto di una doppia registrazione audio e video.

È Jago (Otello di Verdi) in settembre a Baden Baden, Amonasro (Aida) in novembre ad Amburgo e Rigoletto in gennaio a Padova.

Nel 2011 interpreta Guido Monforte ne I vespri siciliani di Verdi al Teatro Regio di Torino, opera scelta tra gli eventi celebrativi del 150° anniversario dell’Unità d'Italia.

Dopo aver ricoperto il ruolo di Rigoletto a Torino e Marcello (La Bohème di Puccini) all'Opera di Roma, è stato Don Alfonso (Lucrezia Borgia) alla Staatsoper di Monaco di Baviera.

In questi giorni è impegnato a Dresda (Rigoletto) dopodiché canterà alla Fenice (Il trovatore). Nel 2012 tornerà al Met di New York per interpretare il conte di Luna e Ford (Falstaff).