• Unipol
  • Astea
  • BCC conto giovani
  • Teatro persiani
  • Musei Recanati
  • Pallacanestro recanati
  • Il mondo delle fiabe
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • CPL
  • Gran tour
  • Citylab
  • Infinito
  • Leguminaria
  • Banca MC GIF
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

Nota di Art Festival

RECANATI - Incertezze, piccole modifiche, nuove e vecchie collaborazioni, alcuni incidenti di percorso, piccole incomprensioni, ma alla fine le grandi emozioni delle serate finali del 5 e 6 luglio nel centro storico di Recanati, con una risposta di pubblico davvero senza precedenti.

Questi, in sintesi, gli ingredienti della quarta edizione del Recanati Art Festival, nato da un’idea dell’Associazione Whats Art e diventato in solo quattro anni un appuntamento estivo da non perdere, sia per i cittadini che per tanti turisti, capace di sprigionare tutti gli effetti benefici che solo l’Arte riesce a procurare con quel misto di fascino, mistero e meraviglia.

“Quest'anno – afferma Rita Soccio, Assessore alle culture del Comune di Recanati che sostiene l’evento – il Recanati Art Festival si è superato in presenze e numeri di stefano boldrini 27eventi. Sono state due serate straordinarie di musica, danza, arte e performance nelle piazze e vicoli della nostra Città. Nata come una scommessa che abbiamo sempre sostenuto con convinzione, ormai si è consolidato nella programmazione culturale recanatese. Un plauso e un ringraziamento a tutti coloro che volontariamente lavorano con passione e professionalità a questo coinvolgente progetto.”

Un Festival che può essere realizzato grazie all’aiuto di veramente tante persone, è tutta la comunità che si attiva come può, per dare il proprio contributo: una macchina davvero articolata e imponente che può funzionare solo con tutti gli ingranaggi al posto giusto.

Whats Art è orgogliosa dei risultati raggiunti, è consapevole che certe cose possono essere migliorate e quanto a creatività, ha in serbo altri nuove idee sia per il Festival sia per altri progetti. A pochi giorni dalla conclusione, non può che ringraziare gli artisti, il Comune, la Regione Marche, i partner 2019, i privati cittadini che hanno contribuito e tutto lo staff, che gratuitamente contribuisce alla crescita del Festival.