• Teatro persiani
  • Unipol
  • Musei Recanati
  • Pallacanestro recanati
  • Il mondo delle fiabe
  • Astea
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • GOF 2020
  • Banca MC GIF
  • Menghini
  • BCC
  • Banca MC2
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

RECANATI – Aula Magna del comune gremita ieri sera per l’adesione della città alla campagna "Verità per Giulio Regeni", ospite il Presidente Commissione parlamentare d'inchiesta, on. Palazzotto.

L’Amministrazione comunale ha deciso di aderire alla campagna promossa da Amnesty International” e Repubblica denominata “Verità per Giulio Regeni” e lo striscione giallo, che viene esposto da molte Amministrazioni locali in tutta Italia, che ha ormai fatto il giro del mondo, sarà esposto anche nella nostra città.

“Non il palazzo comunale –ha detto il sindaco Antonio Bravi- ma in via I luglio, all’ingresso principale del centro storico, un luogo simbolo della città che celebra la Liberazione di Recanati nel 1944 e dove sono stata realizzate delle opere d’arte definite le Porte della Pace”.86689045 2473336792928299 4906290753111588864 n

Dalla prossima settima lo striscione sarà posizionato in quella sede.

A 4 anni dalla scomparsa del giovane ricercatore italiano l’amministrazione comunale su impulso della lista Recanati Insieme ha ritenuto aderire per continuare a sostenere questa iniziativa in modo da non permettere che questo omicidio finisca per essere dimenticato ed essere catalogato tra le tante “inchieste in corso” o peggio, per essere collocato nel passato da una “versione ufficiale” del governo de Il Cairo.

A novembre è stata istituita una commissione parlamentare d'inchiesta presieduta dall’on. Palazzotto.

“Ringrazio il Comune di Recanati, il sindaco Antonio Bravi, Recanati Insieme e Amnesty Marche per aver organizzato quest'importante occasione di confronto, a quattro anni dall'uccisione di Giulio Regeni, sposando a pieno il dovere civico di ricerca della verità – ha detto l’on. Palazzotto-. Mai smettere di chiedersi cosa sia accaduto e perché. Di chi sia la responsabilità. Mai smettere di indignarsi. Mai smettere di far rumore. Il silenzio rende complici. Il caso Regeni non è un semplice caso giudiziario ma è anche politico e diplomatico, è un caso che riguarda la cultura e la civiltà del nostro Paese..Utilizzeremo tutti gli strumenti di questa commissione per raggiungere la verità."

Il Presidente di questa commissione ha aggiornato poi sullo stato dei lavori e sulle novità che stanno emergendo su questa dolorosa vicenda che ha ferito una famiglia e l'Italia intera.

Oltre all’On. Erasmo Palazzotto è intervenuto anche il Coordinatore Territoriale di Amnesty International Marche, Fabio Burattini.

Non sono mancati riferimenti anche alla recente vicenda dell'arresto dello studente egiziano dell'Università di Bologna, Patrick Zaky.

86367387 2473336712928307 4895002470956138496 n86727770 2473336646261647 8111641974445965312 n

86766493 2473336876261624 1081802476887212032 n

86348831 3495280713846346 197090427101249536 n

86197773 2473336839594961 7175152139696603136 n