• Musei Recanati
  • Astea
  • Teatro persiani
  • Unipol
  • Pallacanestro recanati
  • Il mondo delle fiabe
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • Menghini
  • Astea 2020
  • BCC
  • 1
  • 2
  • 3

RECANATI – Le politiche sociali del comune sostengono progetti e iniziative per l'inclusione delle persone disabili e non autosufficienti, promuovendone l'accesso e la partecipazione attiva anche al fine di diffondere una nuova cultura della disabilità, fondata sul riconoscimento della pari dignità e delle pari opportunità per tutti.

In questa direzione l’Università di Macerata intende attivare progetti e collaborazioni culturali, formative, di aggiornamento e di ricerca con Enti pubblici e privati che abbiano competenze nelle aree e nei settori scientifico-disciplinari presenti presso la stessa Università.

La Clementoni S.p.A. è azienda leader nella produzione di giochi educativi, da sempre al passo con le più moderne teorie didattiche e pronta ad intercettare le esigenze delle nuove generazioni, al punto da essere stata la prima sul mercato europeo del giocattolo a credere nell’opportunità offerta da coding e robotica educativa.0772211 B

Anche l’Associazione “Omphalos Autismo & Famiglie” - O.d.V. si impegna dal 2008 ad elaborare progetti di vita pensati per le specifiche necessità di ogni singolo soggetto coinvolto nell’esperienza dell’autismo, per assicurargli serenità presente e futura, offrendo servizi come assistenza alla didattica e all’attività sportiva, opportunità di inserimento nelle realtà produttive sia pubbliche che private.

Al comune è stata espressa la volontà del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Macerata di attivare un accordo di collaborazione scientifica e ricerca, sull’utilizzo in contesti educativi e terapeutici dei Social Assistive Robot – SAR, tra l’Università di Macerata, il Comune di Recanati, La Clementoni S.p.A. e l’Associazione “Omphalos Autismo & Famiglie” - O.d.V..

La giunta ha dato il via libera all’accordo che prevede la messa a disposizione del Dipartimento di Studi Umanistici degli spazi della Mediateca Comunale, concordando con gli uffici comunali un calendario delle attività progettuali comprensivo di circa n. 10 incontri che avranno luogo durante il consueto orario di apertura al pubblico e dovranno risultare compatibili con le iniziative e i servizi già in essere nel locale; la concessione gratuita degli spazi della Mediateca Comunale al Dipartimento di Studi Umanistici, per le finalità sopra citate. La Mediateca Comunale è struttura idonea per lo svolgimento delle attività proposte, dato il suo ruolo di luogo identitario cittadino per la forte valenza socio-culturale che lo caratterizza.

La ollaborazione prevede il reciproco impegno delle parti, nell'ambito e nel rispetto delle specificità e finalità istituzionali, a promuovere, sviluppare e consolidare opportunità e iniziative di collaborazione scientifica.

Gli obiettivi dell’accordo sono:B2BRepAP
a) acquisire dati per contribuire alle ricerche su questo argomento e per lo sviluppo di nuovi giochi dedicati;
b) verificare l’efficacia dell’interazione robot – persona con Disturbi dello Spettro Autistico attraverso la rilevazione delle competenze sociali in entrata e in uscita;
c) promuovere la tematica dell’inclusione grazie alle nuove tecnologie, sensibilizzando la comunità riguardo ai Disturbi dello Spettro Autistico;
d) utilizzare i robot coerentemente alle loro caratteristiche educative, in particolare come potenziali modificatori di abilità, di comportamenti e di schemi di pensiero, di azione e di interazione sociale;
e) offrire momenti di ritrovo a bambini con disturbi dello spettro autistico in situazioni quotidiane in spazi pubblici.

L’Università di Macerata provvederà alla supervisione, predisposizione degli strumenti, raccolta e analisi dei dati tramite personale a disposizione gratuitamente per scopi di ricerca e che le attività previste dallo schema di accordo rientrano tra quelle istituzionali di ricerca e formazione del Dipartimento di Studi Umanistici.

La Clementoni S.p.A. metterà a disposizione gratuitamente, secondo le esigenze e il numero dei partecipanti, i robot necessari tra quelli in produzione, in particolare:
10 esemplari per la fascia di età della scuola dell’infanzia (3-6),
20 per la scuola primaria (6-11),
10 per la scuola secondaria di primo grado (11-14) e comunque in numero non superiore a 50 prodotti nell’insieme.

L’Associazione “OMPHALOS Autismo & Famiglie” - O.d.V. suggerirà i bambini e le bambine con Disturbo da Spettro Autistico che saranno coinvolti in tale progetto previa iscrizione e autorizzazione da parte dei genitori.