• Musei Recanati
  • Pallacanestro recanati
  • Unipol
  • Il mondo delle fiabe
  • Astea
  • Test clinica lab
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • Menghini
  • BCC
  • Reschini spazio cultura
  • Banca MC
  • Sottosopra
  • Astea 2020
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

RECANATI/MONTEFANO – Degli 84 siti ritenuti idonei ad ospitare la nuova discarica(scesi ad una 70ina dopo l'esclusione di 4 comuni) che andrà a sostituire quella di Fosso Mabiglia a Cingoli, ben 19 sono distribuiti tra i due comuni, con Recanati che ne ha 14 e Montefano 5, ma alcuni, pur  all'interno nei rispettivi territori comunali, a contatto con i confini.

E dal Colle dell’Infinito, una decina di siti, sono visibili anche a occhio nudo.

L’assemblea dell’ATA, che ha visto la partecipazione dei sindaci della provincia, ha dibattuto, anche nel merito, come le località siano state scelte, per l'elaborazione del Piano di Ambito,ex discarica SF documento che di fatto pone un vincolo da parte del PRGR, Piano Regionale Gestione Rifiuti con tutte le conseguenze immaginabili per le attività che vi insistono, agricole e agro turistiche, nonché anche abitative non essendo distanti da importanti nuclei abitati (Montefiore, Bagnolo, Santa Lucia).

Le aree individuate visibili dal Colle dell'Infinito sono quelle di Santa Croce, Mattonata, contrada Castelnuovo, Bagnolo, Ricciola, Saletta, Settefinestre.

Poi ci sono Villa Gigli, Valdice e Sant'Agostino sul versante che si rivolge verso la costa. Un sito anche sul versante del Musone.

Recanati ha tuttora in corso un processo di risanamento dell'ex discarica "San Francesco" (nella foto) o Fosso di Valle, posta poco sotto la Bretella Paolina Leopardi.

Insieme a Recanati e Montefano sono altri 20 i comuni sui cui territori esistono potenziali siti (nella mappa in giallo le aree individuate):  Apiro, Appignano, Camerino, Cingoli, Civitanova, Colmurano, Corridonia, Gagliole, Loro Piceno,  Matelica,  Mogliano,  Montecassiano, Monte San Giusto,  Monte San Martino,  Petriolo,  Penna San Giovanni,  Pollenza,  Ripe San Ginesio, San Severino, Treia,  Sant’Angelo in Pontano.

Se consideriamo che Cingoli sta già dando il suo apporto con Fosso Mabiglia, e che Morrovalle ha già ospitato una grande discarica, e le esclusiondi Tolentino e Montelupone, il campo si restringe a meno di 70 siti.

 areegialle