• Astea
  • Test clinica lab
  • Musei Recanati
  • Il mondo delle fiabe
  • Emigrazione
  • Unipol
  • Pallacanestro recanati
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • Banca MC
  • Banda
  • Astea 2020
  • BCC
  • Menghini
  • Sottosopra
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

RECANATI - Alla soglie dei 90 anni si è spento oggi il maestro Luigi Vincenzoni, nipote prediletto di Beniamino Gigli, e fino a che le forze lo hanno sorretto, attento custode della memoria del grande tenore cui ha dedicato parte della sua vita nel tenerne vivo il ricordo promuovendo manifestazioni liriche, raccogliendo documenti e reperti, oggi perno del Museo "B. Gigli", dando impulso alla Civica Scuola di Musica intitolata allo zio.

Non c'era manifestazione gigliana che non fosse sul palco a ricordare la figura del tenore e a spronare le istituzioni a fare sempre di più per far conoscere non solo lka grande carriera dell'artista ma anche la sua profonda umanità.

Da insegnante ha visto passare sui banchi generazioni di recanatesi.

Negli ultimi tempi si era ritirato dalla vita pubblica.

Nelle immagini, a sx Luigi Vincenzoni, a destra con lo zio padrino alle nozze con Guerrina Cesarini, sotto mentre premia Fabio Armiliato.

I funerali sono stati fissati per venerdì mattina alle 10 nella chiesa di Sant’Agostino.

Lascia oltre alla moglie tre figli, Sergio, Alessandro e Laura.

Vincenzoni Luigivinc1

206606 1811673024225 3796579 n