• Test clinica lab
  • Il mondo delle fiabe
  • Astea
  • Musei Recanati
  • Pallacanestro recanati
  • Unipol
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • BCC
  • Banca MC
  • Astea 2020
  • Sottosopra
  • Reschini spazio cultura
  • Menghini
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

GoldenPlast Civitanova – HRK Motta di Livenza 3-1 (23-25, 25-20, 25-21, 25-12)

CIVITANOVA: U Disabato 3, Trillini 7, Cappio, Partenio 1, L D’Amico, Ferri, Maletto ne, Di Silvestre 23, Gonzi ne, U Dal Corso 2, Sanfilippo 8, Paoletti 15. All. Rosichini
MOTTA: L Gionchetti, Saibene 6, Basso 6, Tonello, Tasholli ne, Scaltriti 1, Pinali 14, Visentin, Zanini, Albergati 11, Gamba 4, Moretti 6, L Lollato. All. Barbon
Arbitri: Zingaro di Foggia e Brancati di Perugia
Note: durata set 30’, 26’, 28’, 22’. Totale 1h 46’. Civitanova: errori al servizio 12, ace 2, muri 13. Motta: errori al servizio 20, ace 6, muri 5.

di Michele Campagnoli, addetto stampa Goldenplast (foto Borsini)

La GoldenPlast Civitanova mantiene l’imbattibilità stagionale interna, cala il poker di vittorie consecutive con il settimo successo casalingo stagionale. Nella terza giornata di ritorno del Girone Bianco, gli uomini di Gianni Rosichinini superano in rimonta per 3-1 la matricola HRK Motta di Livenza e si portano a 28 punti in classifica consolidando il secondo posto in coabitazione con Cisano a sole due lunghezze di ritardo dalla capolista Porto Viro.Attacco Stefano Trillini Scatto di Giorgio Borsini

Il sestetto marchigiano dà fondo a tutte le proprie energie per riscattare un primo set dall’epilogo sfortunato. Eroico il centrale Trillini, in campo con la mano sinistra fuori uso, ma autore di una buona gara. Indispensabili i salvataggi del libero D ’Amico e i 23 punti del top scorer Di silvestre. Sempre sul pezzo la diagonale Partenio-Paoletti (15), con l’opposto uscito dolorante nel quarto parziale. Buona l’alternanza degli Under Disabato e Dal Corso, sempre più intraprendente Sanfilippo al centro. Utili tutti gli atleti subentrati. Sul fronte opposto una spina nel fianco l’ex biancazzurro Pinali nella prima parte di gara.

L ’avvio è molto equilibrato, con i padroni di casa più precisi in attacco, i veneti insidiosi dai nove metri (3 ace) e lucidi nel finale Nel secondo parziale Di Silvestre e compagni dominano il gioco (24-16), ma dilapidano metà del vantaggio prima di chiudere 25-20 su attacco out di Saibene. Il terzo set è una guerra di nervi fino al 18-18, poi Civitanova prende in mano il pallino del gioco e chiude 25-21. Il quarto parziale è senza storia: si lotta fino al 9-6, poi Motta esce gradualmente dal match e i biancazzurri si esaltano (25-12).

Domenica 26 gennaio alle 18.00, nella 4a di ritorno in trasferta, la GoldenPlast scenderà in campo al PalaValier contro la Mosca Bruno Bolzano.

La partita.

Biancazzurri in campo con Partenio al palleggio per la bocca da fuoco Paoletti, Di Silvestre e Disabato in banda, Trillini e Sanfilippo centrali, D’Amico libero. Ospiti schierati con l’ex biancazzurro Visentin in cabina di regia e Albergati finalizzatore, in banda l’altro ex biancazzurro Pinali e Gamba, al centro Basso e Moretti, nel ruolo di libero Gionchetti (difesa) e Lollato (ricezione).

Nel primo set le squadre danno vita a un testa a testa, con i biancazzurri in doppio vantaggio grazie al block di Di Silvestre e al pallonetto di Sanfilippo (12-10), ma Motta impatta (13-13) e va sul +2 con l’ace di Albergati seguito dall’infrazione dei marchigiani (13-15). L ’opposto ospite spara fuori regalando il pari (19-19). Sul muro del cambio Under Dal Corso arriva il sorpasso (22-21), ma Motta firma l ’aggancio e poi trova il controsorpasso con l’ex Pinali (22-23). Sul 23-24 la stoccta in diagonale di Paoletti esce di un soffio (23-25). Efficaci a muro e in attacco, i biancazzurri pagano lo 0-3 nel computo degli ace.

Nel secondo set Civitanova cambia ritmo anche al servizio e va sul 7-3 dopo l’ace di Paoletti. L’opposto mantiene la distanza di sicurezza con l’attacco del 14-10. Motta si riavvicina (15-13), ma i biancazzurri tornano sul +4 con un muro a uno di Trillini (17-13). Vantaggio più ampio dopo il block targato Di Silvestre, l ’errore in attacco di Saibene e una giocata del capitano (22-15). I veneti commettono un’invasione (24-16), ma annullano 4 palle set (3 grazie al servizio di Gamba) prima di capitolare 25-20 su un attacco out. A fare la differenza sono positività in attacco e tenuta a muro, ma anche 11 errori dei rivali.

Avvio favorevole agli ospiti nel terzo set (3-7). Di Silvestre dimezza il divario (6-8), Partenio riduce le distanze (9-10). Con una serie di difese da cineteca i biancazzurri trovano il pari grazie a Di Silvestre (13-13). Quando Civitanova sembra rientrata nel set la HRK trova un’altra fiammata (14-17). I beniamini di casa non vanno nel panico e riescono a ricucire lo strappo con la prodezza di Di Silvestre (18-18). Il successivo attacco di Pinali è out (19-18). In evidenza anche D’Amico in difesa. Le due giocate di Paoletti, intervallate dall ’ace di Di Silvestre, e il block di Sanfilippo valgono il +4 (23-19). Motta non molla (23-21), ma cede per la battuta a rete di Pinali e l ’attacco out di Saibene (25-21).

Nel quarto set scambi tesi in avvio, ma Partenio sa gestire la squadra Un salvataggio di piede di D ’Amico e il succesivo attacco di Paoletti si tramutano nel 9-6. Su un errore ospite il tecnico dei veneti Barbon chiama un time out (11-7). Il + 6 arriva con il muro di Trillini e l’attacco di Paoletti (14-8). Rosichini dà riposo all’opposto dolorante e inserisce Ferri. I biancazzurri volano con il muro di Dal Corso e il mani out targato Di Silvestre (17-9). Gli ospiti sono ormai sulle gambe e perdono lucidit à (24-12). Sull’attacco out di Motta i biancazzurri si impongono 25-12.

Scatto vittoria Foto Borsini