• Test clinica lab
  • Astea
  • Musei Recanati
  • Il mondo delle fiabe
  • Unipol
  • Pallacanestro recanati
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • Sottosopra
  • Banca MC
  • BCC
  • Menghini
  • Astea 2020
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Il settore giovanile del Villa Musone conta su uno staff tecnico di qualità ed affiatato che cura la crescita dei villans nelle loro tappe di crescita calcistica.

Tanti aspetti vengono curati nei minimi dettagli ed ovviamente non poteva mancare la figura del preparatore dei portieri. I goalkeeper più piccoli sono seguiti da Enzo Scarpinati, figura storica dei gialloblu, che si prende cura dei futuri estremi difensori del Villa Musone.

"Sono da 15 anni in questa società, - commenta Enzo - I primi anni ho allenato i portieri della prima squadra arrivando al fatidico premio della categoria Promozione, poi la società mi ha affidato questo compito di allenare i più piccoli. Quest’anno ho allenato, fino al fatidico giorno dove siamo dovuti rimanere forzatamente a casa, un ragazzo del 2007 (Dottori) due ragazzi del 2008 (Talozzi – Preziuso) nella prima turnazione. Nella seconda turnazione tre ragazzi del 2009 (Armillotta – Marini – Schiavoni) per la prima volta con un preparatore".

Nonostante l'annata sportiva non si sia completata c'è comunque soddisfazione per il lavoro svolto.

"Il bilancio della stagione è abbastanza buono - continua Scarpinati - ai tre ragazzi più grandi ho fatto svolgere delle sedute impegnative del punto di vista della capacità coordinativa, tecnica di base (saper giocare nella porta e nello spazio che è poi l’aria di rigore) e un pochettino di forza a braccia e gambe. Ai tre ragazzi del 2009 che approcciavano per la prima volta con degli allenamenti specifici per il portiere ho iniziato con l’esercitare gli schemi motori di base: correre, saltare, lanciare, ricevere. Iniziare le varie tipologie di prese e anche qui non si disdegna la tecnica di base come sopra che sicuramente faranno con i loro allenatori ma fatto nello specifico è più allenante. Devo dire che i 2007-2008 stanno consolidando ciò che hanno appreso in passato considerando che questa è un’età dove lo sviluppo è nella fase iniziale con quello che ne comporta al fisico (problemini agli arti che stanno sviluppando) I ragazzi del 2009 per me sono stati una grande sorpresa per il fatto che mi hanno seguito sin dall’inizio mancando pochissimo agli allenamenti (considerando che si allenavano anche con il loro gruppo) e soprattutto si sono molto divertiti (che alla fine a questo livello conta anche questo), tanto che il loro interesse sfociava anche in domande curiose ma mirate. Spero - conclude Enzo - di rivedere presto tutti!"

2007 2008 portieri

2009 portieri