• Astea
  • Pallacanestro recanati
  • Gran Tour Marche
  • BCC conto giovani
  • Unipol
  • Musei Recanati
  • Il mondo delle fiabe
  • Benefisio
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • Valverde 2018
  • Pacha mama
  • CPL
  • Miccini
  • Stacchiotti
  • Banca MC GIF
  • Persiani 2018
  • Leguminaria 2018
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8

ANCONA - logo agricoltura biologicaSulla situazione delle mancate erogazioni pubbliche al settore dell'agricoltura e degli allevamenti biologici interviene il capogruppo regionale di Fratelli d'Italia Elena Leonardi. Tramite un atto ispettivo si ricorda che l'intero comparto dell'agricoltura biologica sta subendo pesanti ripercussioni in merito ai contributi compensativi relativi alle annualità 2016-2017. In tutto il territorio regionale “mondo agricolo biologico, tecnici, operatori e cooperative del settore denunciano gravi ritardi sui pagamenti delle misure agroambientali. si tratta di milioni di euro di contributi che la Regione doveva erogare entro il 2017 e che ad oggi non si sa quando saranno pagati”, questo è quanto "denunciato" pubblicamente dagli addetti del biologico e – afferma la Leonardi - la Regione Marche già nei mesi di gennaio e febbraio 2018, a più riprese, proclamava lo sblocco dei pagamenti in oggetto, e, comunicava contemporaneamente che, restavano "da pagare, entro il 20 febbraio, le 1.500 domande per il biologico".

Siamo ormai ad oltre metà di maggio ma nulla si vede all'orizzonte – dichiara Leonardi - tanto che l'assessore competente ha annunciato un nuovo incontro a Roma in sede Agea. La rappresentante del partito della Meloni nella sua interrogazione chiede pertanto di rendere pubbliche le motivazioni che stanno portando a questo pesante disservizio nei confronti delle aziende agricole del biologico; al contempo chiede se del nuovo incontro in sede Agea, preannunciato dal competente assessorato regionale, sia scaturita una reale garanzia nel rispetto del cronoprogramma dei pagamenti delle misure del vigente PSR, nello specifico del settore biologico o se sia stata formulata una nuova tempistica di erogazione dei contributi.

La capogruppo Leonardi conclude con una nota di evidente inevitabile ironia: la Regione promulga leggi su questo tema, l'ultima appena dieci giorni fa, asserendo di sostenere il settore - anche per il cibo delle mense di scuole e ospedali - e poi, rovescio della medaglia, la realtà è che molte aziende del biologico si trovano in pesante e crescente difficoltà nel poter continuare la loro attività.