• BCC conto giovani
  • Astea
  • Unipol
  • Benefisio
  • Pallacanestro recanati
  • Musei Recanati
  • Il mondo delle fiabe
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • Valverde 2018
  • Pacha mama
  • Persiani 2018
  • Gigli opera 18-19
  • CPL
  • Stacchiotti
  • Banca MC 26 nov
  • Banca MC GIF
  • Miccini
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9

TRECASTELLI - Anno scolastico nuovo con spazi più funzionali per gli alunni della primaria “G. Secchiaroli”.

A Trecastelli è stata inaugurata la nuova scuola della municipalità di Ripe. “Un bellissimo esempio di come utilizzare il denaro pubblico. Valorizzando la collaborazione istituzionale, è possibile raggiungere questi risultati”, ha sottolineato il presidente della Regione, Luca Ceriscioli, intervenuto alla cerimonia, insieme alle autorità locali e al consigliere regionale Enzo Giancarli.41774012 2170295869911429 1098156505464569856 n

Il plesso scolastico sviluppa una superficie di circa duemila mq, disposta su tre livelli, dotata di quindici aule didattiche, con elevati standard progettuali sia in termini di sicurezza sismica che di efficientemente energetico. Ha richiesto un costo di realizzazione di circa 2,4 milioni di euro, cofinanziato al 50 per cento con contributi sovracomunali, di cui un milione a carico della Regione Marche, nell’ambito della programmazione per l’edilizia scolastica 2015-2017.

È stata realizzata nei 288 giorni contrattuali previsti, con una struttura in cemento armano prefabbricata che garantisce il massimo livello di sicurezza sismica (il IV). Il presidente ha evidenziato che “sono circa 500 le scuole marchigiani che hanno beneficiato dei contributi regionali.Un impegno importante perché crediamo nella scuola, sappiamo quanta attenzione ci sia, da parte delle famiglie, sulla qualità degli spazi scolastici, in termini di sicurezza e di capacità di accogliere i bambini per una didattica moderna”.

Ceriscioli ha ricordato che le Marche hanno vissuto “un terremoto fortissimo che ha danneggiato 120 scuole, quasi tutte quelle presenti nel cratere sismico. Nessuna è crollata, ma è stata compromessa l’identità di quei territori. Il IV livello di sicurezza della scuola di Trecastelli significa che l’edificio è più sicuro di qualunque abitazione e può svolgere il ruolo di struttura strategica nell’emergenza. Questo è stato possibile con la collaborazione dei cittadini, perché è vero che le fusioni le propongono i sindaci, ma chi le approva sono i cittadini. Quelli di questa comunità hanno avuto la capacità di guardare avanti; non hanno legato il loro destino a un simbolo importante, come il municipio, ma lo hanno legato alla qualità di quello che possono avere dalla pubblica amministrazione. I cittadini hanno scelto una strada nuova e sono stati premiati. Aver votato la fusione significa aver dato a questi bambini la sicurezza, a questa comunità un futuro più forte”.

Grazie ai fondi della fusione di Ripe con Castel Colonna e Monterado e ai relativi benefici, ha detto il sindaco Fausto Conigli, “stiamo avviando il progetto Scuole sicure che si concretizzerà con la messa in sicurezza di tutti gli edifici che ospitano le scuole di Trecastelli. La nuova scuola rappresenta un importante passo avanti per la nostra comunità, in continua espansione, nella direzione del miglioramento sismico dell’edilizia scolastica comunale. È una cerimonia storica per Trecastelli. Siamo una comunità attenta a quanto lascia in eredità alle prossime generazioni”.

Il presidente Anci Marche, Maurizio Mangialardi, ha evidenziato come, con la fusione dei tre Comuni, si siano messe le basi “per programmare diversamente il territorio e trovare nuove fonti di finanziamento per investire. Se non c’è visione, opere come la scuola di Trecastelli non si possono realizzare”.