• Astea
  • Il mondo delle fiabe
  • BCC conto giovani
  • Unipol
  • Pallacanestro recanati
  • Benefisio
  • Musei Recanati
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • Stacchiotti
  • Miccini
  • Banca MC GIF
  • CPL
  • Gigli opera 18-19
  • Persiani 2018
  • Valverde 2018
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

PESARO -  Interrogazione del consigliere regionale Sandro Bisonni che chiede di conoscere lo stato attuale delle strutture, i motivi che hanno portato alla scelta di affidare la gestione di quella pesarese ad una onlus, che tra i suoi iscritti annovera anche alcuni cacciatori tesserati, ed i tempi di attuazione del progetto regionale

Qual è lo stato di operatività del Cras di Pesaro e la situazione del progetto del Cras delle Marche? E’ il quesito posto al centro dell’interrogazione sottoscritta dal consigliere Sandro Bisonni, che prende le mosse da quanto avvenuto lo scorso 25 novembre ad Apiro, dopo la segnalazione di un lupo ferito a seguito di investimento.

“Sul posto – scrive Bisonni – sono intervenuti, chiamati dai carabinieri, alcuni operatori del locale servizio veterinario, che hanno catturato l’animale, sistemandolo in una gabbia di contenimento, poi lasciata sul bordo della strada. Vista la mancata disponibilità del Cras di Pesaro è stata contattata la responsabile di quello di Monte Adone, che nel pomeriggio ha provveduto a recuperare il lupo ed a fornirgli le cure del caso”.40332859 309515989628781 5307090565723592536 n

Nell’interrogazione si fa presente che attualmente, sempre presso il Centro di Monte Adone, è ospitato un altro lupo femmina di 6 mesi, recuperato dalla stessa responsabile lo scorso 30 ottobre dopo un investimento. Si ricorda, inoltre, che dal primo gennaio 2019 la gestione del Cras di Pesaro sarà affidata ad una onlus, che annovera tra i propri iscritti anche cacciatori tesserati.

Bisonni interroga il Presidente della Giunta e l’assessore competente per sapere se il servizio regionale preposto dialoga con il Centro di Monte Adone, per conoscere il grado di operatività del Cras di Pesaro ed i motivi che hanno portato alla decisione di affidare la gestione ad una onlus, che tra i suoi iscritti registra anche dei cacciatori tesserati.

Infine, il consigliere chiede di avere informazioni sull’attuazione del progetto relativo al Cras Marche, consegnato in Regione lo scorso mese di ottobre.