• BCC conto giovani
  • Unipol
  • Benefisio
  • Musei Recanati
  • Pallacanestro recanati
  • Il mondo delle fiabe
  • Astea
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • Infinito villa colloredo
  • Banca MC GIF
  • CPL
  • Persiani 2018
  • Miccini
  • Gigli opera 18-19
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

MONTELUPONE - Non si sono fermati neanche a Capodanno i volontari degli Angel Ranger questa volta impegnati nella sicurezza antincendio, evacuazione e primo intervento nei festeggiamenti per il nuovo anno in piazza Libertà ed in piazza Mazzini dove si è esibita la “Time Generation Band” fino alla mezzanotte ed in seguito fino alle 2.00 i presenti hanno potuto ballare con le musiche del DJ NoOz. Un servizio che ha visto collaborare insieme ai Ranger anche alcuni volontari dell’associazione New Social Group, due dipendenti della Siglob e la Croce Verde di Macerata. Tutto il gruppo, guidato dal Coordinatore Generale Angel Ranger Corrado Lazzarini, è stato così di supporto alla polizia locale di Macerata seguita dall’ufficiale preposto per il servizio Fiorenzo Fiorani. Un evento quindi di una certa rilevanza con un numero di presenze che poco prima di mezzanotte ha raggiunto le 1000 unità e per il quale il Coordinatore dei Ranger è stato referente unico per il Comune di Macerata per la sicurezza della manifestazione. “Come in altre occasioni siamo riusciti nel nostro intento - commenta il coordinatore generale- portando a termine i nostri obiettivi, ossia terminare la manifestazione senza alcun intoppo e senza alcun incidente o allarme. Gestire un capodanno all’aperto poteva presentare qualche insidia, considerando che i festeggiamenti potevano diventare troppo euforici e sfociare in scenari più pericolosi. Devo dire invece che, con l’ausilio della polizia locale con cui vorrei 20190101 000732complimentarmi, in particolare con il Capitano Fiorani, salvo piccoli interventi e aggiustamenti per rendere ancora più sicura la manifestazione, abbiamo trascorso una serata tranquilla pur vigilando metro quadro per metro quadro tutte e due le piazze. D’altra parte avevamo i numeri necessari per farlo fra i nostri 16 volontari, i 3 della New Social Group, da due dipendenti della Silog e da una squadra della Croce Verde con cui mi complimento per il lavoro svolto. Sono certo che una parte importante l’abbiano fatta anche le nostre divise, talvolta criticate. Avere un profilo alto magari a qualcuno può incutere timore o insicurezza, invece con grande soddisfazione ho potuto constatare che alla maggior parte delle persone trasmettevamo sicurezza e tranquillità. Ottima è stata anche la collaborazione con la Croce Verde che ha interagito con la nostra unità di primo soccorso. La maggior parte del nostro operato si è concentrato in piazza Mazzini dove abbiamo avuto il massimo dell’affluenza sempre comunque inferiore ai limiti consentiti dal piano di sicurezza.”
Anche l’ufficiale Fiorani è stato soddisfatto della serata: “Sono contento della collaborazione che si è creata con gli Angel Ranger, anzi vorrei ringraziarli poiché sono stati molto disponibili visti i tempi di organizzazione dell’evento molto ristretti. Mi sono trovato molto bene; ciò che mi ha colpito di più è stato il numero di operatori più che adeguato, anzi forse quasi sovradimensionato. Ritengo però che in questi casi non si debba mai farsi trovare impreparati rispetto alle previsioni che si possono fare, specie in una manifestazione di questo tipo, a Capodanno, dove è prevedibile un consumo di alcolici superiore al normale. In queste condizioni sono più probabili episodi che possono degenerare. Cosa che invece non è successa. Un altro accorgimento che ho notato positivamente è stato vedere i volontari Ranger che si sono prodigati a recuperare le bottiglie di vetro che venivano lasciate in terra e quindi potevano costituire pericolo. A riguardo non c’era stata nessuna ordinanza, però ho apprezzato molto la loro lungimiranza e responsabilità, qualità queste, non scontate.”
Aumentano così i compiti di responsabilità e la credibilità di questa associazione, nata da soli due anni, ma che in poco tempo ha conquistato e sta conquistando la fiducia di enti e partner importanti come comuni, Confartigianato ed altre associazioni di volontariato. D’altra parte per loro fare volontariato non significa prestare solo delle ore al servizio della collettività, ma dare competenza e professionalità a queste ore; tant’è vero che i propri volontari sono in continua formazione ed aggiornamento.