• Astea
  • Il mondo delle fiabe
  • Unipol
  • Musei Recanati
  • BCC conto giovani
  • Benefisio
  • Pallacanestro recanati
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • CPL
  • Infinito villa colloredo
  • Miccini
  • Persiani 2018
  • Gigli opera 18-19
  • Banca MC GIF
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

MONTE SAN GIUSTO - Questa mattina, alla presenza del Questore di Macerata, del Sindaco di Monte San Giusto, del Prefetto Carmelo Gugliotta, direttore dell’Ufficio Centrale Ispettivo e coordinatore delle attività connesse alle funzioni di direttore centrale per gli affari generali, delegato dal Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, dei fratelli del Commissario Capo Giuseppe Montana, Dario e Gerlando e delle più alte cariche civili, militari e religiose della provincia, si è tenuta la cerimonia di intitolazione del parco sito a Monte San Giusto frazione Villa San Filippo al Commissario Capo della Polizia di Stato Giuseppe Montana, medaglia d’oro al valor civile, ucciso dalla Mafia a Palermo nel 1985.

L’evento commemorativo, fortemente voluto dal Questore della provincia di Macerata Dott. Antonio Pignataro, è stato organizzato dal comune di Monte San Giusto e dalla Questura di Macerata in memoria del giovane Commissario Capo, medaglia d’oro al valor civile, che immolò la propria vita per servire fedelmente lo Stato e sconfiggere il cancro della mafia che, all’epoca dei fatti, insanguinava le strade di Palermo.

Per l’occasione, sono stati sono stati invitati anche i funzionari della Squadra Mobile di Palermo che erano in servizio in quegli anni e che fianco a fianco hanno lottato per anni contro la mafia.IMG 20190209 WA0010

In memoria di Montana, all’ingresso del Parco è stata posta una targa commemorativa che al termine della cerimonia è stata scoperta tra gli applausi delle molte persone presenti e benedetta dal Cappellano della Polizia di Stato don Adam Baranski e dal parroco di Monte San Giusto.

La cerimonia ha avuto inizio con la descrizione della figura del Commissario Capo della Polizia di Stato in servizio negli anni Ottanta presso la Squadra Mobile di Palermo.

Parole di ringraziamento per l’intitolazione sono state espresse dal Questore di Macerata Dr. Antonio Pignataro il quale, con il suo intervento, ha espresso profonda gratitudine al sindaco della città Andrea Gentili, che ha voluto dedicare uno spazio pubblico frequentato da bambini, famiglie e cittadini a questo giovane poliziotto che ha dato la sua vita per la liberta’ di tutti.

Il Questore di Macerata, alla presenza di un folto pubblico e di circa 200 ragazzi delle scuole di Monte San Giusto che hanno assistito alla cerimonia, ha voluto sottolineare come la figura di Montana rappresenti un esempio per i cittadini e soprattutto per le nuove generazioni.

Un saluto e un ringraziamento particolare, è stato rivolto dal Questore al Prefetto Camelo Gugliotta, direttore dell’Ufficio Centrale Ispettivo e coordinatore delle attività connesse alle funzioni di direttore centrale per gli affari generali, delegato dal Capo della Polizia, per la sua presenza alla commemorazione, ai due fratelli Dario e Gerlando e ai Funzionari della Squadra Mobile di Palermo di quegli anni, in special modo al Dr. Francesco Pellegrino, al Dr Russo Giuseppe e al Dr. Francesco Accordino, che nonostante il lungo viaggio, hanno fortemente desiderato di essere presenti alla cerimonia per testimoniare concretamente l’affetto e la stima per “Beppe”.

IMG 20190209 WA0003