• Pallacanestro recanati
  • Musei Recanati
  • Astea
  • Il mondo delle fiabe
  • Benefisio
  • BCC conto giovani
  • Banca MC seconda volta
  • Unipol
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • Miccini
  • Assaggi infinito
  • Infinito villa colloredo
  • Antonio Bravi
  • Banca MC GIF
  • Persiani 2018
  • CPL
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

MACERATA - "Apprendiamo con stupore dalla nota del consigliere del Parco dei Sibillini Franco Ferroni, che imputa alla Regione la responsabilità del mancato rinnovo, ad oggi, del presidente del parco dei Sibillini: Ciò è falso".

PARCOLo dichiara l'assessore regionale Angelo Sciapichetti, il quale afferma: "I fatti, tutti documentabili, dimostrano il contrario. La Regione Marche ha più volte sollecitato la rapida nomina del presidente, visto che il parco dei Sibillini ha la necessità urgente di avere una guida certa e stabile, non foss'altro perché gran parte della rinascita socio economica dell'area devastata dal sisma deve vedere il parco dei Sibillini tra i veri e più importanti protagonisti. Per questo il presidente Ceriscioli ha più volte sollecitato il ministro dell'Ambiente con il quale c’è stato un incontro. In quella occasione Costa ha chiesto il profilo e noi abbiamo avanzato una proposta conforme alle richieste, autorevole e qualificata. Dopo l’incontro ci sono stati due mesi di silenzio. Eppure il Ministro Costa alla fine del 2018 aveva dichiarato di voler procedere alla nomina sollecitamente, e comunque entro e non oltre il mese di gennaio 2018. Questi sono i fatti, che non possono essere smentiti. Stupisce che un consigliere del parco stesso lanci accuse senza nessuna preventiva verifica. Basta quindi con le fake news, che servono solo ad esasperare gli animi senza risolvere i problemi. Ad oggi dopo il parco la Regione Marche è la prima ad essere danneggiata dal ritardo di una decisione che non spetta alle Marche ma al Ministero. Va chiarito che ad oggi tutto quello che era nelle sue possibilità la Regione l'ha fatto e senza alcun ritardo e continuerà nei prossimi giorni a dare il proprio contributo costruttivo, se e quando richiesto al fine di restituire la piena operatività al parco stesso nel più breve tempo possibile”.