• Emigrazione
  • Il mondo delle fiabe
  • Astea
  • Pallacanestro recanati
  • Unipol
  • Test clinica lab
  • Musei Recanati
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • Sottosopra
  • Astea 2020
  • Menghini
  • Banda
  • Banca MC
  • BCC
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

ANCONA - "Ieri sera sono stato a Mercatello sul Metauro, invitato dalle associazioni Alte Marche Valli Vive e IcoFlash per parlare della Fano Grosseto, un’opera iniziata nel 1990 ma ancora in alto mare. In 30 anni è stata realizzata una galleria, la Guinza, che non si riesce neanche a comprendere se può essere o meno utilizzabile. Un progetto, quello di trent’anni fa, di cui oggi non vi è più alcuna certezza. Un’incompiuta che penalizza non solo il territorio a nord della nostra regione ma tutto il centro Italia, che non ha un’arteria in grado di collegare il versante adriatico con quello tirrenico. Autentiche perle e territori pregni di eccellente patrimonio, risorse e imprenditorialità lasciate nell’isolamento più assoluto. In tutto ciò, non si riesce a capire quale sia lo stato degli atti. Per questo già dalla prossima settimana presenteremo un’interrogazione in Parlamento per cercare di comprendere la situazione reale. Ma una cosa è certa: mancano le risorse necessarie da destinare. Se i cittadini marchigiani ce ne daranno la possibilità questa per noi sarà una delle battaglie prioritarie, insieme alla sanità, al lavoro e alla ricostruzione".

È quanto dichiara l’On. Francesco Acquaroli, candidato del centrodestra alla Presidenza della Regione Marche, da Mercatello sul Metauro (PU) dove ha partecipato alla presentazione del documentario “La via della Guinza”.

FANOGR