• Pallacanestro recanati
  • Test clinica lab
  • Il mondo delle fiabe
  • Musei Recanati
  • Astea
  • Unipol
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • Banca MC
  • BCC
  • Menghini
  • Astea 2020
  • Sottosopra
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

ANCONA – Fa già discutere il sondaggio diffuso da Emanuele Prisco, commissario di FdI per le Marche che esulta per questi dati che, a sua detta, testimoniano la volontà dei marchiginai di cambiare la cabina di regia.

Un sondaggio, effettuato dall’Agenzia DIRE che da in netto vantaggio Acquaroli su Mangialardi ma che certificherebbe come la mancata alleanza tra centro sinistra e M5S, che candida Mercorelli, consegna la Regione al centro destra per la prima volta nella sua storia.

E se questo fosse alla fine … lasciamo immaginare che clima si respirerebbe tra pentastellati (peraltro divisi) e PD, primo bersaglio del candidato Mercorelli che non ha voluto sentire ragioni.

Il sondaggio rivela però che c’è un bel 41% di indecisi (contattate 6757 persone, in 1000 hanno risposto, appena il 14%, solo il 59% ha espresso il suo voto) e questo apre a scenari ancora da delineare.

Acquaroli viaggia tra il 43,5% ed il 47,5%, Mangialardi con minimo 36%, massimo 40%. Mercorelli tra il 12,5% ed il 16,5%.

Come detto, centro sinistra e M5S, se uniti, avrebbero  la maggioranza con un vantaggio anche di nove punti.

dire