• MyRecanati
  • BCC 07 2022
  • Musei Recanati
  • avis
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

ANCONA - Proseguono le numerose attività inserite in “R.I.E.S.CO Marche (Reti Inclusive E Solidali per la Comunità): Terzo settore in rete per l’emergenza covid-19”, un sistema integrato di interventi, all’insegna dell’inclusione e della solidarietà portato avanti da una rete di associazioni che si occupa di volontariato.

Da venerdì 9 ottobre Riesco Marche sarà veicolato anche su Radio Senza Muri, una web radio comunitaria nata nel 2012, grazie al sostegno del CSV Marche, all'interno dell'Associazione Ya Basta! Marche.

Radio Senza Muri vuole essere uno strumento di promozione del diritto alla salute al di fuori dell’Istituzione, che spesso colloca l'individuo in un ruolo passivo quale oggetto di cura o di sostentamento, offrendo la possibilità di un cambiamento di ruolo, da oggetto a soggetto promotore di salute per sé e per la comunità di appartenenza.

Alla base del funzionamento della radio vi è il dispositivo radiofonico gruppale (DRG), metodo di conduzione della trasmissione radiofonica assembleare in cui la possibilità di parola è estesa a tutti i partecipanti e ogni intervento spontaneo è ben accetto. Radio senza muri

Il DRG è stato messo a punto dallo psicologo e psicoterapeuta Alfredo Olivera ideatore di Radio La Colifata (Argentina), prima radio al mondo a nascere all'interno di un manicomio, con il quale il gruppo operativo di Radio Senza Muri si è formato e tiene tuttora rapporti costanti.

Le Trasmissioni saranno strutturate in un nuovo modo per il periodo particolare dovuto alla pandemia Covid-19.

Il collegamento da remoto sarà organizzato attraverso una piattaforma web grazie alla quale si riproduce con i partecipanti il dispositivo radiofonico gruppale.

La trasmissione 1 di Radio Senza Muri all’interno del Progetto Riesco Marche, andrà in onda venerdì 9 ottobre dalle 17.30 alle 19.00 e si potrà ascoltare sul web collegandosi al link http:/radiosenzamuri. caster. fm/.

Gli ospiti della trasmissione rappresenteranno le 4 associazioni capofila delle macroaree in cui è diviso il progetto di Riesco Marche: azioni utili al contrasto della povertà estrema, interventi domiciliari di supporto alle fasce deboli, a zioni di supporto a distanza per situazioni di disagio causato, o acuito dall’emergenza epidemiologica, azioni di supporto al tessuto associativo regionale.

Alla prima trasmissione parteciperanno i referenti di Acli Marche, Anpas Marche, Auser Marche e Arci Marche.

Le trasmissioni avranno una cadenza quindicinale e offriranno la possibilità agli ascoltatori di conoscere le azioni portate avanti dalle associazioni componenti il progetto.

Finanziato dalla Regione Marche con risorse statali del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Riesco Marche nasce per contrastare gli effetti di esclusione sociale, precarizzazione e marginalizzazione acuiti dall’emergenza sanitaria. 14 organizzazioni marchigiane, con capofila Auser Marche, sono riunite in un’Associazione Temporanea di Scopo (ATS) e collegate ad una rete territoriale di oltre 700 presidi associativi che cercano di fornire risposte ai cittadini alle prese con difficoltà e problemi scaturiti dall’emergenza Covid 19.

Dopo l’attivazione del numero verde gratuito 800.366.811 operativo 6 giorni su 7, dal lunedì al sabato dalle ore 9,00 alle ore 18,00, nato per dare informazioni alle persone che si trovano in situazioni di bisogno, orientandole verso i servizi messi in campo da tutti i partner del progetto, le trasmissioni sulla web radio saranno un’utile occasione per raggiungere un pubblico sempre più vasto.