• Emigrazione
  • Astea
  • Musei Recanati
  • Pallacanestro recanati
  • Il mondo delle fiabe
  • Unipol
  • Test clinica lab
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • BCC
  • Banda
  • Sottosopra
  • Menghini
  • Banca MC
  • Astea 2020
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

MACERATA -  Tanti i professionisti pronti a confrontarsi e discutere sui vari aspetti, digitali e non, della violenza di genere. Tanti gli appuntamenti on line sui canali di Villaggio digitale: dal 23 al 26 novembre si aprono con una serie di spunti provocatori. Sono stati scelti alcuni Meme profondamente sessisti che viaggiano in rete da anni e sono stati affidati ad avvocati, psicologi, docenti e comunicatori per essere “smontati” .

“Meme sessisti: e fattela una risata!": ar accontare che non c’è niente da ridere Marco Pascarella, Ninfa Contigiani, Antonella Ciccarelli, Paolo Nanni, Paola Pagnanelli, Alessandra Pierini, Andrea Foglia, Agostina Latino, Elisa Giusti, Cristina Servi, Francesca Meschini e Daniela Zepponi.

Il 25 novembre alle 21.00 diretta Facebooksul “Revenge porn” con protagonisti l’avvocato Piero Cavalcanti difensore di quattro donne vittime prima della legge che ne ha fatto un reato, la prof.ssa Natascia Mattucci di Unimc, la psicologa Francesca Pigliapoco e Antonella Ciccarelli come moderatrice: un tema attualissimo visti gli ultimi fatti dicronaca molto discussi in rete.

Ultimo appuntamento per giovedì 26 novembre alle 21.00 con la pubblicazione della video intervista a Meri Marziali, ex presidente Commissione pari opportunità delle Marche e attualmente sindaca di Monterubbiano: cosa può e deve fare un’amministrazione comunale per sostenere le donne vittime di violenza e per formare e crescere una generazione di persone consapevoli e rispettose delle altrui diversità?locandina villaggio digitale on line 20 21

Soddisfatto il presidente di Red Raffaele Daniele, che insieme alla direttrice artistica Daniela Zepponi e a Massimiliano Cascata, che ha realizzato tutta la parte tecnica e grafica, esprime il pensiero dell’Associazione: “Red come portatrice di educazione digitale e diritti non poteva che impegnarsi in prima linea contro ogni forma di violenza, soprattutto contro la violenza di genere, che in rete rischia di passare come normale contenuto su cui ridere o da veicolare per il divertimento di un minuto”.

Insieme a RED promotori dell’iniziativa: Università Politecnica delle Marche; Università di Camerino; Università di Macerata; Comune di Montegranaro; Comune di Monterubbiano; Comune di Appignano; Associazione Age Marche; Associazione Cogito; Associazione Aiart; Associazione APS Sentinelle del Mattino; Associazione Help Sos salute e sicurezza; Associazione Glatad; Cooperativa Il Faro; Associazione Granarium; Adiconsum Marche, Federconsumatori Marche.foto raffaele daniele

Il villaggio Digitale on line non si ferma, continuerà nelle prossime settimane e mesi affrontando altre tematiche di attualità di interesse dei cittadini,come gli acquisti on line o il ruolo dei social nell’informazione, per aiutarli ad avere un corretto approccio con la rete, ed adottare buone pratiche di cittadinanza digitale, cogliendo le opportunità, per una rinascita culturale, sociale ed economica.

Il Presidente di Red Raffaele Daniele ringraziai volontari e soci di RED e i promotoridel Villaggio per aver condiviso questo nuovo percorso insieme, con la consapevolezza che ancora di più oggi, con le restrizioni imposte dalla pandemia in atto, è necessario costituire una rete nei territori capace di parlare con tutte le componenti della comunità, cittadini, professionisti, aziende, studenti, anziani, docenti, Istituzionie associazioni per avviare un percorso di crescita educativa che non lasci indietro nessuno. Per questo,un appello a tutti per unirsi a questa rete: istituzioni, associazioni e cittadini, che tanto possono fare per raggiungere questi obiettivi, che seppur molto ambiziosi, non sono più rinviabili.