• Unipol
  • MyRecanati
  • musicultura2022
  • Musei Recanati
  • bcc 2022
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • avis
  • Croce gialla
  • Astea
  • Astea 2020
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

TOLENTINO -  Riparte, finalmente, la stagione di prosa 2022 del Teatro Vaccaj di Tolentino. Mercoledì 19 gennaio, alle 21.15, - unica data nelle Marche - uno dei capolavori di Tennessee Williams rivive in tutta la sua potenza sul palcoscenico del Teatro Vaccaj. UN TRAM CHE SI CHIAMA DESIDERIO è un titolo conosciuto in tutto il mondo, che ancora oggi genera interesse ed emozione.

La leggenda vuole che fosse proprio su un tram, su cui girovagava da studente, che il giovanissimo Tennessee Williams abbia fantasticato sull’opera in grado di svelare il lato oscuro del sogno americano. Un tram che si chiama desiderio divenne il capolavoro di Williams, un testo amato, odiato, conosciuto in tutto il mondo, una pietra miliare del teatro e del cinema che ha squarciato prepotentemente il velo sulla macchina oppressiva della famiglia, su falsità e pregiudizi, sulla feroce stupidità delle paure morali.

Il dramma, premio Pulitzer nel 1947, mette per la prima volta l’America allo specchio, di fronte a temi come l’omosessualità, il sesso, il disagio mentale, la famiglia come luogo non proprio raccomandabile.

1.DAbbraccio Pecci
Il testo è ambientato nella New Orleans degli anni ’40 e narra la storia di Blanche che, dopo che la casa di famiglia è stata pignorata, si trasferisce dalla sorella Stella, sposata con un uomo rozzo e volgare di origine polacca Stanley. Blanche è alcolizzata, vedova di un marito omosessuale, e cercherà, fallendo, di ricostruire un rapporto salvifico con Mitch, amico di Stanley. Ma il violento conflitto che si innesca fra lei e Stanley, la porterà alla pazzia.

La regia è affidata ad un grande maestro di fama internazionale: Pier Luigi Pizzi, fondatore con Giorgio De Lullo, Romolo Valli e Rossella Falk della “Compagnia dei giovani”. A dare voce agli animi tormentati degli indimenticabili protagonisti sono due grandi interpreti del teatro italiano: il ruolo di Blanche Du Bois è affidato a Mariangela D’Abbraccio, reduce dai successi di Filumena Marturano; nel ruolo di Stanley Kowalski, che fu di Marlon Brando, Daniele Pecci.
Biglietti in vendita su vivaticket.com, nelle biglietterie del circuito AMAT / Vivaticket e al botteghino del Teatro, aperto da lunedì 17 gennaio, con orario 18-20.

Si ricorda agli spettatori che, secondo le normative attualmente in vigore, l’accesso in teatro è consentito solo in possesso del Green Pass Rafforzato e con mascherine di tipo FFP2, tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.teatrovaccaj.it/sicuri-a-teatro.

mercoledì 19 gennaio 2022
Gitiesse Artisti Riuniti in collaborazione con AMAT & Comune di Pesaro
Mariangela D’Abbraccio, Daniele Pecci
UN TRAM CHE SI CHIAMA DESIDERIO
di Tennessee Williams, traduzione Masolino D’Amico
regia, scene e costumi Pier Luigi Pizzi
da vedere perché: è una pietra miliare del teatro e del cinema capace di appassionare e colpire gli spettatori.

PREZZI DEI BIGLIETTI Intero Ridotto Ridotti speciali Bambini da 2 a 14 anni
Platea e palchi I settore € 28,00 € 25,00 € 20,00
Palchi II settore € 25,00 € 22,00 € 18,00
Palchi III settore € 22,00 € 20,00 € 15,00
Loggione (posti in piedi) e posti a visibilità ridotta € 12,00 € 10,00
INFO: 0733 960059 opz.3 (lun-ven 10/13 – 15/18) – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – www.teatrovaccaj.it