• Lunaria 2018
  • Benefisio
  • Ermal Meta
  • Gran Tour Marche
  • Unipol
  • Chagall
  • Musei Recanati
  • Gigli Opera
  • Il mondo delle fiabe
  • Grease
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • AATO
  • Battista
  • CPL
  • Leo
  • Miccini
  • Stacchiotti
  • BCC
  • Pacha mama
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8

RECANATI/CASTELFIDARDO - Rinvenuta diversi gionri fa, è stata fatta brillare questa mattina una bomba da mortaio venuta alla luce in territorio di Castelfidardo al termine di3b6c0384dbe4a0458863cea48980065d una strada di campagna, via Campograsso che finisce sul confine tra i due comuni, dietro la cava San Biagio.

L'ordigno inesploso, ancora attivo dopo oltre 70 anni, è venuto alla luce casualmente dopo dei lavori di aratura ed è andata bene che i mezzi agricoli non lo abbiano fatto esplodere.

Tutto il versante che da Castelnuovo di Recanati si estende fino al fiume Musone, tra il 1 ed il 2 luglio del 1944 è stato teatro di intensa attività di cannoneggiamento tra gli anglo polacchi che si dirigevano verso Castelfidrado e le truppe tedesche attestate sulla linea del fiume.

Spesso durante lavori agricoli spuntano ordigni inesplosi.